Radio Uno in Campo, 20/07/2021 interviene Giampietro Tentori

Comunicazioni al pubblico da parte di A.N.ITA.
Consultare anche gli annunci presenti sul nostro sito http://www.italianaturista.it
Solo il Direttivo A.N.ITA. puo' aggiungere argomenti, tutti gli altri possono rispondere.
Rispondi
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2654
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Radio Uno in Campo, 20/07/2021 interviene Giampietro Tentori

Messaggio da sergino » 20/07/2021, 18:23

Questa mattina, sul primo canale radiofonico della RAI, è stato intervistato Il Presidente A.N.ITA. Giampietro Tentori...
Per ascoltarlo, cliccare sul link ed andare al minuto 52,30 : 59,30:

https://www.raiplayradio.it/audio/2021/ ... e5d43b.&wt
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Avatar utente
Enrico Amoroso
Messaggi: 248
Iscritto il: 19/01/2020, 3:00
Contatta:

Messaggio da Enrico Amoroso » 21/07/2021, 3:14

sergino ha scritto:

> Per ascoltarlo, cliccare sul link ed andare al minuto 52,30 : 59,30:

Al minuto 52:30 c'è una ragazza che parla (?)
Avatar utente
Enrico Amoroso
Messaggi: 248
Iscritto il: 19/01/2020, 3:00
Contatta:

Messaggio da Enrico Amoroso » 21/07/2021, 3:34

Evviva poi ci sono riuscito.
Un'ottima intervista forse un po' eccessivo far credere che tutte le spiagge storicamente frequentate sono presidiate in quanto non credo che sia così almeno con quello che ho letto, in altri forum, di spiagge storicamente frequentate ma non autorizzate anche perché li si ha timore a chiamare le forze dell'ordine col rischio che poi sanzionino tutti.
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2654
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 21/07/2021, 21:08

Enrico Amoroso ha scritto:
21/07/2021, 3:34
Evviva poi ci sono riuscito.
Un'ottima intervista forse un po' eccessivo far credere che tutte le spiagge storicamente frequentate sono presidiate in quanto non credo che sia così almeno con quello che ho letto, in altri forum, di spiagge storicamente frequentate ma non autorizzate anche perché li si ha timore a chiamare le forze dell'ordine col rischio che poi sanzionino tutti.
Beh! qualcuna lo è, anche se quelle presidiate con il tempo stanno autorizzandole...

Non voglio essere polemico, ma dobbiamo riuscire a muoverci per costruire una cultura che permetta alle spiagge naturiste di essere tranquillamente frequentabili, anche senza la presenza "armata" di associazioni e gendarmi...
Per me la libertà non ha prezzo, ed è facendo leva sul desiderio di vivere in libertà nudo e a contatto con la natura, che da giovanissimo sono diventato naturista e che molti anni dopo ho scelto di associarmi ad A.N.ITA.
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Avatar utente
Enrico Amoroso
Messaggi: 248
Iscritto il: 19/01/2020, 3:00
Contatta:

Messaggio da Enrico Amoroso » 21/07/2021, 23:36

sergino ha scritto:
> [quote="Enrico Amoroso" post_id=24399 time=1626831287
> user_id=3769]
> Evviva poi ci sono riuscito.
> Un'ottima intervista forse un po' eccessivo far credere che tutte le
> spiagge storicamente frequentate sono presidiate in quanto non credo che
> sia così almeno con quello che ho letto, in altri forum, di spiagge
> storicamente frequentate ma non autorizzate anche perché li si ha timore a
> chiamare le forze dell'ordine col rischio che poi sanzionino tutti.
> [/quote]
>
> Beh! qualcuna lo è, anche se quelle presidiate con il tempo stanno
> autorizzandole...
>
> Non voglio essere polemico, ...

Ma io non volevo essere polemico. Amo la discussione ove ne vengo stimolato ma senza nessuna voglia di polemica.
Ritengo che sia meglio specificare che mentre le spiagge autorizzate, soprattutto il sabato e la domenica con una presenza associativa maggiore, sono tutte presidiate le altre storicamente frequentate lo sono in parte. Meglio dire "in parte" perché se poi qualcuno capita in una di queste spiagge non autorizzate e non trova presidi associativi ma libertinaggio totale o quasi si rischia di perdere un po' di credibilità. Anche se capisco benissimo che nell'ambito di una intervista, soprattutto se non si conoscono prima le domande, una imprecisione può capitare e l'intervista, nel suo insieme per me è stata ottima.
Avatar utente
giampi
Messaggi: 507
Iscritto il: 22/02/2012, 23:34

Messaggio da giampi » 22/07/2021, 8:21

hai ragione Enrico nella tua affermazione.
Per non perdere tempo a spiegare le criticità che si possono avere su spiagge non presidiate, ho rimandato alle mappe del nostro sito www.italianaturista.it dove, oltre alle spiagge autorizzate, a quelle presidiate, si trovano anche le "altre spiagge".
Per completezza di informazione andrebbe anche detto che in alcune spiagge autorizzate non abbiamo presidi.
Capisci però che in un'intervista che sapevo essere di sette minuti, su scala nazionale, non conveniva perdere minuti preziosi per parlare di segaioli. Tieni presente che spesso, dopo queste interviste, registriamo un aumento di accessi a sito. Per questo è importante, e confidiamo in ciò, la collaborazione di tanti Naturisti per tenere la mappa aggiornata. Collaborazione che vuol dire anche segnalare, attraverso i nostri contatti mail, eventuali imprecisioni o modifiche sostanziali da fare.
Giampietro Tentori - Presidente A.N.ITA.
Avatar utente
Enrico Amoroso
Messaggi: 248
Iscritto il: 19/01/2020, 3:00
Contatta:

Messaggio da Enrico Amoroso » 22/07/2021, 11:26

giampi ha scritto:

> Capisci però che in un'intervista che sapevo essere di sette minuti, su scala nazionale, non conveniva perdere minuti preziosi per parlare di segaioli.

Ma anche no. Io odio quando si è costretti a parlare di costoro facendogli pubblicità. Basta dire "Sul nostro sito www.italianaturista.it trovate l'elenco delle spiagge presidiate da soci di ANITA e altre associazioni e quelle non presidiate".
Eviterei sempre di finire a parlare di falegnami e scambisti salvo che l'intervistatore ti costringa minacciandoti a mano armata :)
Avatar utente
Alelid
Messaggi: 477
Iscritto il: 26/02/2016, 20:37

Messaggio da Alelid » 22/07/2021, 12:17

Mi è sembrata una bella intervista in cui Giampietro ha abilmente toccato tanti aspetti, normativa, sentenze, spiagge, storia, cinema, associazioni ecc. Ancor più efficace perchè trasmessa in un ambito "generalista", non rivolto a una nicchia già tendenzialmente favorevole.
Enrico avrebbe preferito maggiori distinguo tra luoghi presidiati e non. Sono aspetti anche importanti ma che si apprezzano "da dentro", forse non così indispensabili in una comunicazione per un pubblico generico. Un po' come quello che ho sottolineato in un altro post.
Soprattutto però concordo con Sergino.
sergino ha scritto:
21/07/2021, 21:08
Non voglio essere polemico, ma dobbiamo riuscire a muoverci per costruire una cultura che permetta alle spiagge naturiste di essere tranquillamente frequentabili, anche senza la presenza "armata" di associazioni e gendarmi...
Per me la libertà non ha prezzo, ed è facendo leva sul desiderio di vivere in libertà nudo e a contatto con la natura, che da giovanissimo sono diventato naturista e che molti anni dopo ho scelto di associarmi ad A.N.ITA.
Bene le associazioni, i presidi e chi si impegna, ma lo spirito dovrebbe essere quello di rendere il naturismo così normale da passare inosservato, senza bisogno di regole, sorveglianti e posti speciali in cui praticarlo. Come ho sentito dire in altre associazioni in modo un po' paradossale, l'obbiettivo finale delle associazioni naturiste dovrebbe essere che non ci sia più bisogno di esse.
Alessandro e Lidia
Rispondi