Lazio - Arenauta - Gaeta (LT)

Informazioni e recensioni su località e strutture dove praticare naturismo in Italia.
Rispondi
Avatar utente
capitan1cino
Messaggi: 2106
Iscritto il: 12/01/2012, 10:31
Località: Novara
Contatta:

Lazio - Arenauta - Gaeta (LT)

Messaggio da capitan1cino » 25/11/2012, 23:05

Frequentata dai nudisti a partire dalla seconda metà degli anni '70, quando era raggiungibile solo tramite sentieri molto impervi.

Per arrivare alla spiaggia dell'Arenauta oggi si lascia la macchina in corrispondenza di alcuni alberghi in località Torre S.Agostino, lungo la litoranea che collega Sperlonga a Gaeta, e si scende per una delle rampe private, pagando il passaggio ai proprietari.

La zona naturista, invisibile dalla strada perché protetta da una parete di roccia, si trova presso l'estremità Sud della spiaggia.
La spiaggia è di sabbia, addossato a una parete rocciosa.

Nota: il momento migliore per frequentare la spiaggia è durante la bassa stagione. Nei mesi di Luglio e Agosto si segnala una corposa presenza tessile.

L'associazione naturista UNI Campania in concerto con il comitato Comitato per la difesa della Spiaggia dell'Arenauta, e l'associazione radicale Certi Diritti stanno attuando il presidio della spiaggia.

Durante l'estate del 2012 si sono verificati episodi di intolleranza verso i naturisti che hanno portato alla formulazione di un'interrogazione parlamentare.

Per ulteriori informazioni:
:arrow: Sp. Arenauta - Gaeta - Repressione armata - Interrogazioni
Alessandro
Gestione Forum Italia Naturista
raggiogiallo
Messaggi: 51
Iscritto il: 07/02/2018, 15:45

Messaggio da raggiogiallo » 05/08/2018, 19:06

Pubblico anche qui un resoconto che scrissi per il sito TerraNudista qualche tempo fa, con schema e foto:

L’Arenauta è una lunga spiaggia sabbiosa, con un mare chiaro ed un ecosistema dunale abbastanza ben conservato. Si trova a nord-ovest dell'abitato di Gaeta.
La spiaggia ha una notevole estensione, tant’è che per orientarvisi meglio, le sue porzioni più piccole sono spesso chiamate con i nomi dei lidi che vi affacciano.

Immagine

Nella porzione sud di questa lunga spiaggia, dove la parete rocciosa che le fa da sfondo rientra formando un’ansa, si trova una grande duna larga circa un centinaio di metri. Ed è proprio in tutta quest’ampia porzione antistante la grande duna che la frequentazione nudo/naturista, da più di trent’anni, trova la sua collocazione. È importante individuare bene la porzione nudista della spiaggia, sia per conservare la tradizione di reciproco rispetto con i vicini costumati e in genere con la popolazione locale, sia per evitare di sostare in zone interdette per caduta massi. Infatti, procedendo verso sud, appena prima che la duna sia finita, potrete notare i cartelli apposti dalla locale Capitaneria di Porto che vietano la sosta a sud dei suddetti cartelli.

E’ inoltre importante non danneggiare o sostare sulla duna, che rappresenta un importantissimo elemento di configurazione naturale del litorale. La storia della spiaggia vede un interessamento delle associazioni naturiste quali "Uni Lazio" (Unione Naturisti Lazio) e "Comitato per la difesa dell'Arenauta" del quale fa parte anche il presidente di Ass.Na.It. Anche grazie alle suddette associazioni la fruizione nudo/naturista della spiaggia, seppur non esplicitamente autorizzata, è riconosciuta dalla popolazione locale e dalla Pro Loco (http://www.prolocogaeta.it/documenti.aspx?IDDoc=96)

Immagine

Per accedervi bisogna affrontare una discesa non breve, affidandosi alle scale dei lidi (Papardó, Aeneas Landing) oppure, se si ha esperienza, capacità ed attrezzatura adatta, utilizzando il più avventuroso sentiero naturale accessibile dalla SR213.
Discese:
Aeneas Landing - SR213 (Via Flacca)
Bagni Papardò - SR213 (Via Flacca)
Discesa naturale SR213 (Via Flacca) tra il Lido "Le Scissure" e la discesa "Ultima Spiaggia"
enJoy Naturism!
Rispondi