Lombardia - Porto d'Adda (BG)

Informazioni e recensioni su località e strutture dove praticare naturismo in Italia.
nudomark
Messaggi: 1571
Iscritto il: 12/01/2012, 17:48
Località: Como

Re: La spiaggetta di Porto d'Adda

Messaggio da nudomark » 17/08/2018, 8:37

luzypan ha scritto:
nudomark ha scritto:Porto d'Adda è un luogo pubblico, a qualcuno da fastidio che ci si vada con una bandiera? Bene alla prima occasione ci andrò con tre! Poi vengano a dire qualcosa.

Noto una certa vena polemica nei tuoi interventi; adesso mi è più chiaro come mai definisti la Lecciona una specie di spiaggia per depravati...
OT
Ribadisco sulla Lecciona solo su base delle mie esperienze personali di anni passati li. Se ora è un paradiso me ne rallegro.
luzypan
Messaggi: 344
Iscritto il: 29/08/2017, 10:06

Messaggio da luzypan » 17/08/2018, 13:27

nudomark ha scritto:
luzypan ha scritto:
nudomark ha scritto:Porto d'Adda è un luogo pubblico, a qualcuno da fastidio che ci si vada con una bandiera? Bene alla prima occasione ci andrò con tre! Poi vengano a dire qualcosa.

Noto una certa vena polemica nei tuoi interventi; adesso mi è più chiaro come mai definisti la Lecciona una specie di spiaggia per depravati...
OT
Ribadisco sulla Lecciona solo su base delle mie esperienze personali di anni passati li. Se ora è un paradiso me ne rallegro.

Suvvia, evitiamo l'OT. Credo che qualche disturbatore "sexaddicted" compaia in ogni spiaggia naturista, probabilmente anche a Porto d'Adda. E imho usare il manganello per fare pulizia non è buona cosa, neanche metaforicamente.

Quanto al tema bandiere io sono abbastanza contrario.
Stefano75
Messaggi: 5
Iscritto il: 12/08/2018, 19:32

Messaggio da Stefano75 » 17/08/2018, 14:49

Si infatti ero li a pochi passi e atavo x tuffarmi in acqua ma poi ho capito che dopo il momentaneo smarrimento la persona in questione era in grado di ritornare a riva.
sergino ha scritto:
Stefano75 ha scritto:Buongiorno a tutti,
sono un nuovo frequentatore della spiaggetta di Porto d'Adda. Ci sono arrivato per caso e mi ha subito rapito in cuore!!
Purtroppo sto attraversando un periodo di forte stress emotivo ma la spiaggia mi sta aiutando a riequilibrare il mio benessere mentale, sarà il fatto di essere nudi a contatto con la natura, sarà perché si è isolati dal mondo, sarà la musicalità del fiume che fa in modo da coprire i rumori di fondo lasciandoti sentire solo la tua voce e quella del vicino o solamente perché il flusso dell'acqua impetuoso porta via con se lo stress che ho accumulato in questo periodo.
Trovo molto positivo che non ci siano schiamazzi, e musica ad alto volume e troppo caos!!
Purtroppo devo confermare anche io la presenza di qualche mela marcia ma penso che se tutti facessero come me che ho fatto chiaramente capire alla persona interessata "di lasciare stare in pace le coppie in visita" allora in breve la spiaggia sarebbe ben frequentata.
Quando sono li adoro chiacchierare qua e la e conoscere nuova gente e nelle pause acquatiche nuotare contro corrente (in sicurezza) oppure aggrapparmi ad un sasso contro corrente e fare apnea.... e stupendo farsi sollevare dal fiume... sembra di volare!!!
Suggerirei per migliorare la sicurezza del posto una corda con un salvagente da lanciare in acqua nella sfortunata ipotesi che qualcuno fosse caduto nella corrente forte.
Ieri nonostante il temporale che ha accorciato la permanenza ho passato un pomeriggio fantastico in compagnia di una persona speciale che spero di rivedere in quel contesto.
Scusatemi se sono stato lunghissimo ma chi mi ha conosciuto sa che mi piace parlare!! :lol:
Auguro a voi tutti una splendida settimana di ferragosto!!
Ciao Stefano
mi era sfuggita la tua mail. Forse ci siamo anche incrociati, ma non conosciuti... interessante la tua proposta della corda, sopratutto quando due domeniche fa ho visto un tipo in difficoltà ed io sono subito corso il più a valle possibile per vedere di avere il tempo di recuperarlo, ma per fortuna non ve ne è stato bisogno. Certo che ce ne vuole tutta a non capire il pericolo che c'è andando nella corrente. Per il bagno c'è a disposizione la pozza che è molto ampia e va bene anche andare ai sassi e tuffarsi ma solo se le condizioni lo permettono...
Per le "mele marce" io intervengo spesso, ma siamo in pochi a farlo, in molti si limitano alla compassione verse quei soggetti che a dire il vero meriterebbero altro che compassione...
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2136
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 18/08/2018, 8:09

cescoballa ha scritto:Anch'io non ho capito bene questa storia della bandiera, lo stesso Presidente ha più volte sollecitato di portarla sempre con sé e di esporla in ogni situazione.
A Porto d'Adda facciamo i raduni, lo pubblicizziamo e non possiamo esporre la bandiera? Già per rispettare la "sensibilità' di alcuni frequentatori si è rinunciato a chiederne l'autorizzazione ma che non si possa esporre una bandiera mi sembra troppo.
Francesco
Cerco di essere più chiaro: io cerco di rispettare chi frequenta storicamente i posti che frequento. Quando lo scorso anno abbiamo fatto la nostra prima comparsa ufficiale in quella spiaggetta qualcuno degli storici frequentatori ha espresso dei dubbi per le bandiere espoate, forse non sentendosi rappresentati dall'associazione. La spiaggetta è un luogo abbastanza contenuto e magari mettere un paio delle nostre bandiere dava l'impressione che tutti i presenti fossero appartenenti all'associazione e magari questo a loro non gradiva. Io sono solito rispettare quanto esprimono le persone che ho attorno, la bandiera la porto. la metto affianco a me ed in un piccolo ed affollato posto uno spazio vuoto lo si nota... ma per lo meno non infastidisco chi non si sente rappresentato....
Non è che non sia possibile esporla, è una scelta mia nel rispetto della sensibilità altrui.

Per le motivazioni della rinuncia della richiesta dell'autorizzazione non so dove hai preso questa info...
Io sono del parere che se si dovesse chiedere un'autorizzazione di un sito indispensabile sarebbero: la garanzia del mantenimento di un presidio del posto, e qui non ci sono abbastanza soci per farlo; il canale giusto per arrivare all'ente responsabile, che non si è trovato; ed altre valutazioni fra cui quella oggettiva del fatto che il posto è soggetto a piene improvvise, e la pericolosità intrinseca per i bagnanti molti di quali per assurdo non comprendono la pericolosità del fiume. E' gia successo che qualcuno sparisse nelle acque sotto agli occhi dei presenti...

A me metter bandiere a me non piace comunque molto, se tu (od altri) verresti a Porto ed esponessi la bandiera, non penso che nessuno ti obbligherebbe a toglierla, anzi... la mia ,come detto è una scelta, come è una scelta cercare di allontanare quelli che qualcuno a definito le "mele marce".
L spiaggetta di porto è comunque un bel posto, non è un ritrovo gay, anche se la loro presenza è preponderante, è un luogo in cui condividono la presenza sia persone nude che in costume, senza che ci si formalizzi e senza mettere a rischio la presenza di noi nudi.
Dallo scorso anno si è fatta chiarezza con l'ente parco per cui non è compito delle Guardie Ecologiche (GEV) intervenire sulla nostra frequentazione in spiaggia essendo un posto storicamente frequentato dai naturisti da più di 50 anni!
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Blackhole75
Messaggi: 14
Iscritto il: 17/07/2018, 19:44

Messaggio da Blackhole75 » 18/08/2018, 18:30

sergino ha scritto:
cescoballa ha scritto:Anch'io non ho capito bene questa storia della bandiera, lo stesso Presidente ha più volte sollecitato di portarla sempre con sé e di esporla in ogni situazione.
A Porto d'Adda facciamo i raduni, lo pubblicizziamo e non possiamo esporre la bandiera? Già per rispettare la "sensibilità' di alcuni frequentatori si è rinunciato a chiederne l'autorizzazione ma che non si possa esporre una bandiera mi sembra troppo.
Francesco
Cerco di essere più chiaro: io cerco di rispettare chi frequenta storicamente i posti che frequento. Quando lo scorso anno abbiamo fatto la nostra prima comparsa ufficiale in quella spiaggetta qualcuno degli storici frequentatori ha espresso dei dubbi per le bandiere espoate, forse non sentendosi rappresentati dall'associazione. La spiaggetta è un luogo abbastanza contenuto e magari mettere un paio delle nostre bandiere dava l'impressione che tutti i presenti fossero appartenenti all'associazione e magari questo a loro non gradiva. Io sono solito rispettare quanto esprimono le persone che ho attorno, la bandiera la porto. la metto affianco a me ed in un piccolo ed affollato posto uno spazio vuoto lo si nota... ma per lo meno non infastidisco chi non si sente rappresentato....
Non è che non sia possibile esporla, è una scelta mia nel rispetto della sensibilità altrui.

Per le motivazioni della rinuncia della richiesta dell'autorizzazione non so dove hai preso questa info...
Io sono del parere che se si dovesse chiedere un'autorizzazione di un sito indispensabile sarebbero: la garanzia del mantenimento di un presidio del posto, e qui non ci sono abbastanza soci per farlo; il canale giusto per arrivare all'ente responsabile, che non si è trovato; ed altre valutazioni fra cui quella oggettiva del fatto che il posto è soggetto a piene improvvise, e la pericolosità intrinseca per i bagnanti molti di quali per assurdo non comprendono la pericolosità del fiume. E' gia successo che qualcuno sparisse nelle acque sotto agli occhi dei presenti...

A me metter bandiere a me non piace comunque molto, se tu (od altri) verresti a Porto ed esponessi la bandiera, non penso che nessuno ti obbligherebbe a toglierla, anzi... la mia ,come detto è una scelta, come è una scelta cercare di allontanare quelli che qualcuno a definito le "mele marce".
L spiaggetta di porto è comunque un bel posto, non è un ritrovo gay, anche se la loro presenza è preponderante, è un luogo in cui condividono la presenza sia persone nude che in costume, senza che ci si formalizzi e senza mettere a rischio la presenza di noi nudi.
Dallo scorso anno si è fatta chiarezza con l'ente parco per cui non è compito delle Guardie Ecologiche (GEV) intervenire sulla nostra frequentazione in spiaggia essendo un posto storicamente frequentato dai naturisti da più di 50 anni!
Ciao Sergio, quando scrivi "Dallo scorso anno si è fatta chiarezza con l'ente parco per cui non è compito delle Guardie Ecologiche (GEV) intervenire sulla nostra frequentazione in spiaggia essendo un posto storicamente frequentato dai naturisti da più di 50 anni!" cosa significa di preciso? Uno dei motivi per cui non la frequento con convinzione è che vi sono anche alcuni tessili del posto e temo che prima o poi qualcuno si infastidisca e chiami vigili o carabinieri. C'é un accordo ufficioso con Guardie Ecologiche e Comune?
Alessandro
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2136
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 18/08/2018, 23:05

Alessandro,
Non c'è alcun tipo di accordo, semplicemente si è fatta chiarezza in merito all'atteggiamento tenuto lo scorso anno da un GEV, chiarezza riferita ai loro compiti, fra i quali non risulta esservi quello di curarsi delle persone nude.
Che la spiaggetta sia storicamente frequentata dai nudo/naturisti, è un fatto assodato da decenni, da innumerevoli articoli di giornali e conoscenza della cosa anche da parte delle istituzioni locali, ma...
Purtroppo lo star nudi in un luogo pubblico in Italia non è un diritto acquisito, vi è sempre la possibilità d'esser sanzionati, questo in particolare dopo la legge sulla depenalizzazione Orlando del 2016. A sanzionare possono essere solo le forze dell'ordine, non certamente delle guardie ecologiche volontarie.
Ma essendo un luogo storicamente frequentato... in caso che dovessero essere contestate delle sanzioni, bisogna aver la volontà di far ricorso con il sicuro risultato positivo. Vi sono infatti parecchie sentenze a favore... queste tutte prima della depenalizzazione, ed A.N.ITA. sta lavorando per riuscire ad avere delle sentenze positive anche con questo nuovo corso. Prima della depenalizzazione si era più tranquilli, l'archiviazione di eventuali denunce solitamente avveniva d'ufficio ed in caso contrario in dibattimento si aveva l'occasione di chiarire la questione,ora è solo un po' più macchinoso, ma guai lascair perdere e pagare la sanzione per altro salata... Attenzione accertarsi che il reato ascritto sia riferito al Art. 726 del codice penale e non quello per atti osceni in luogo pubblico che è ben altro Art. 527...
L'unico pericolo che sussiste a Porto (oltre alle acque impetuose) è la presenza dei soggetti molesti. Se non capiamo noi frequentatori che dobbiamo tallonarli non facendoli sentire a casa loro, corriamo il serio rischio che qualcuno, che viene infastidito da loro, chiami (giustamente) le forze dell'ordine, che costrette ad intervenire potrebbero sanzionare tutti quelli che trovano.
Il posto è magnifico, la tolleranza delle persone nel rispetto delle diversità soggettive di ognuno dei presenti anch'essa è buona, questi pochi malati sono l'unico pericolo per la libera fruizione del posto.
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2136
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 19/08/2018, 20:52

Come annunciato oggi ho vinto la pigrizia e mi sono recato nella vicina spiaggetta sull'Adda.
Ho avuto modo di conoscere Alessandro (che saluto) e di trovare la piacevole presenza di molti naturisti associati.
Una bella giornata, tranquilla e con un'acqua invitante e limpida. Mi sono acclimato per le future ferie che al fine della settima entrante inizierò partendo per la magnifica, libera, accogliente e ribelle Catalogna!
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Avatar utente
giampi
Messaggi: 416
Iscritto il: 22/02/2012, 23:34

Messaggio da giampi » 19/08/2018, 21:19

ma dove vai in Catalogna?
Giampietro Tentori - Presidente A.N.ITA.
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2136
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 19/08/2018, 21:45

Mi sa che ci incontreremo al Templo del Sol
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Avatar utente
cescoballa
Messaggi: 1817
Iscritto il: 14/01/2012, 17:48
Località: Cesano Boscone(MI)
Contatta:

Messaggio da cescoballa » 20/08/2018, 8:44

Caro Sergio, premesso che non intendo fare nessuna polemica tantomeno sul forum e con un componente del C.D. della mia Associazione, ti vorrei far presente che io ho semplicemente scritto che:
1) il nostro Presidente ha scritto e detto più volte che ognuno di noi dovrebbe sempre portare con sé, ed esporre, la bandiera dell'Associazione (noi a fine settimana andremo in Portogallo e la bandiera dell'A.N.ITA. è già in valigia).
2) Del nome richiedere ufficialmente al comune l'ufficializzazione della spiaggietta di Porto d'Adda fu deciso in una discussione di un C.D. in cui ero presente (oltre un anno fa) proprio perché alcuni frequentatori "storici" non erano d'accordo e nel " rispetto delle sensibilità" si decise di non procedere ma di frequentarla e farvi eventi nella speranza che i "pregiudizi' di alcuni frequentatori nei confronti dell'Associazione venissero a cadere.
Naturalmente tu sei liberissimo di fare quel che credi, mettere o non mettere bandiere, così come altri di metterle o non metterle; in ogni caso, come scrive Marco, in uno spazio pubblico ognuno può comportarsi come meglio crede purché la sua "libertà" rispetti la mia.
Buona vacanza in Catalogna, terra di grandi tradizioni libertarie, e di cui conservo un bellissimo ricordo di vacanza al Templio del Sol.
Francesco.
Francesco Ballardini
Socio A.N.ITA. dal 1998.
Rispondi