Global Naturist Forum

Informazioni su cosa è il naturismo, discussioni su aspetti e problematiche inerenti la pratica naturista. Articoli, video, recensioni su libri inerenti al naturismo e alla pratica naturista.
Avatar utente
Enrico Amoroso
Messaggi: 125
Iscritto il: 19/01/2020, 3:00
Contatta:

Re: Global Naturist Forum

Messaggio da Enrico Amoroso » 14/11/2020, 20:30

Se poi è possibile avere una relazione sintetica o divisa per punti sarebbe un'ottima cosa intanto l'iniziativa, di per se, mi sembra buona.
Iscritto A.N.AB.
Una pagina che mi piace: https://www.facebook.com/Ripuliamo-spia ... 002200079/
Gli adulti son solo bambini cresciuti male.
La normalità è la forma di pazzia più diffusa sul pianeta.
emmeicsics
Messaggi: 839
Iscritto il: 17/04/2012, 12:24

Messaggio da emmeicsics » 15/11/2020, 11:01

Enrico Amoroso ha scritto:
14/11/2020, 20:30
Se poi è possibile avere una relazione sintetica o divisa per punti sarebbe un'ottima cosa intanto l'iniziativa, di per se, mi sembra buona.
Provo a riassumere la discussione delle prime 2 sessioni. Spero che gli altri italiani presenti completino o correggano la mia interpretazione o le mie sensazioni.

Naturismo - Dove siamo
La sessione che doveva servire a cercare una unità tra tutti i naturisti a livello mondiale è stata aperta dalla presidente dell'INF Sieglinde Ivo con una frase volta a distinguere tra naturisti veri e quelli che ha definito nudist swimmers, letteralmente nudisti nuotatori, noi diremmo nudisti da spiaggia. La proposta della INF per risolvere i problemi del naturismo è di creare una seconda INF commerciale in modo da superare alcuni presunti ostacoli che impediscono di coinvolgere le federazioni non europee. Le motivazioni addotte da Ivo per giustificare questa scelta sarebbero un problema di protezione dei dati (il GDPR valido in Europa, secondo Ivo le federazioni non europee non entrerebbero nella INF perché non vogliono rispettare il GDPR) e il fatto che in Europa le federazioni sono non-profit mentre fuori dall'Europa no. Ivo in pratica ha chiarito che l'INF si occupa di soldi e non di promuovere il naturismo e i diritti dei naturisti.
Le parole della Ivo sono state accolte con incredulità e perplessità dai relatori e con forte contrarietà da quasi tutti i partecipanti (circa 300).

Stéphane Deschênes (presidente della federazione canadese, già membro INF) ha dichiarato che si candiderà alla presidenza dell'INF.

Gli altri relatori hanno descritto le realtà locali, in particolare cosa si sta facendo per sostenere il naturismo in questo periodo di Covid che sta danneggiando sia le strutture che le associazioni. La soluzione consiste nel persistere nei propri obiettivi e cercare di essere creativi e sperimentare cose nuove.

Aumentare l'attrattività del naturismo

Relatori e alcuni dei partecipanti intervenuti hanno cercato di capire come far avvicinare al naturismo quei gruppi che la momento sono minoritari come donne, minoranze etniche, LGBT, disabili.
Il filo comune delle soluzioni che sembrano funzionare sono l'inclusività, l'apertura, nel senso di evitare quell'aura di segretezza che circonda molti degli eventi naturisti, la capacità di creare un'atmosfera in cui le persone si sentano coinvolte, sicure e con persone simili. Vanno evitati quegli atteggiamenti che portano chi fa parte di quei gruppi a sentirsi solo come oggetti di marketing.
Le persone di questi gruppi devono avere accesso a posizioni di comando, risorse e libertà di essere creativi.

Mio giudizio personale sulle 2 sessioni.
Per la prima mi pare che i naturisti del mondo siano meglio e più avanti rispetto a chi dovrebbe guidarli, si sarebbe potuto parlare di come l'INF dovrebbe fare lobby presso la Comunità Europea, presso i governi nazionali, e definire delle best practices che le federazioni nazionali, le associazioni e anche i gruppi sparsi potrebbero usare per promuovere il naturismo sia in termini numerici che aumentando i luoghi a disposizione. Invece è toccato sentire quel che ho scritto prima. Rincuora che, almeno a parole e in questa occasione, la maggior parte dei presenti non la pensasse come la INF.

Sulla seconda sessione Hector Martinez ha detto una cosa secondo me molto importante, cioè che è inutile reinventare la ruota. Le associazioni e i gruppi non dovrebbero perdere tempo ed energie cercando soluzioni che altrove sono già state trovate e hanno dato buoni risultati. A questo scopo una comunità online potrebbe servire per condividere queste esperienze e cercare di applicarle nella propria realtà. Mia considerazione, un ostacolo a questo è purtroppo che bisogna utilizzare una lingua comune per comunicare e questo è ancora un grosso ostacolo per molti paesi in cui la lingua inglese non è la prima lingua o non è conosciuta a sufficienza.

ciao
Massimo
Avatar utente
Andrea vi
Messaggi: 481
Iscritto il: 16/04/2012, 20:48
Località: Vicenza

Messaggio da Andrea vi » 15/11/2020, 12:23

più di quello che si è sentito è stato interessante leggere quello che è stato scritto in chat confortante leggere che in tutto il mondo la posizione dell'INF che pensa solo ai club privati non è assolutamente condivisa e che in tutto il mondo ci si aspetti un appoggio per ottenere spazi anche pubblici, significativa la fuga della Ivo che si è disconnessa a metà del meeting
emmeicsics
Messaggi: 839
Iscritto il: 17/04/2012, 12:24

Messaggio da emmeicsics » 15/11/2020, 12:51

Andrea vi ha scritto:
15/11/2020, 12:23
più di quello che si è sentito è stato interessante leggere quello che è stato scritto in chat confortante leggere che in tutto il mondo la posizione dell'INF che pensa solo ai club privati non è assolutamente condivisa e che in tutto il mondo ci si aspetti un appoggio per ottenere spazi anche pubblici, significativa la fuga della Ivo che si è disconnessa a metà del meeting
Confermo, io ero collegato dal cellulare e la lettura dei messaggi è un po' complicata e fastidiosa, oltre al fatto che stavo prendendo appunti. Ma i flash che continuavano ad apparire erano appunto critici o ironici sulla posizione INF.
A onor del vero Ivo si è disconessa nel momento in cui era fissato il termine della sessione ma si stava ancora discutendo, forse visto l'argomento avrebbe potuto prevedere che ci si sarebbe dilungati.

ciao
Massimo
Avatar utente
Andrea vi
Messaggi: 481
Iscritto il: 16/04/2012, 20:48
Località: Vicenza

Messaggio da Andrea vi » 15/11/2020, 13:19

Guarda che gli orari sono con l'ora di Greenwich, la sessione è terminata con qualche minuto di anticipo
emmeicsics
Messaggi: 839
Iscritto il: 17/04/2012, 12:24

Messaggio da emmeicsics » 15/11/2020, 13:53

Andrea vi ha scritto:
15/11/2020, 13:19
Guarda che gli orari sono con l'ora di Greenwich, la sessione è terminata con qualche minuto di anticipo
Senza voler annoiare gli altri utenti del forum ma le sessioni nel programma sono indicate con durata di 90 minuti, nell'invito di Zoom con 15 minuti in più.
La prima sessione è iniziata alle 14 ora italiana ed è terminata alle 15:45 minuto più, minuto meno.
Ivo se ne è andata alle 15:30 spaccate.

ciao
Massimo
Avatar utente
Andrea vi
Messaggi: 481
Iscritto il: 16/04/2012, 20:48
Località: Vicenza

Messaggio da Andrea vi » 15/11/2020, 14:07

Oops hai ragione ero convinto che dovesse finire alle 16, chiedo scusa
Avatar utente
cescoballa
Messaggi: 2043
Iscritto il: 14/01/2012, 17:48
Località: Cesano Boscone(MI)
Contatta:

Messaggio da cescoballa » 15/11/2020, 14:10

Ci puoi indicare il ruolo di Hector Martinez? È forse il Presidente della federazione Messicana?
Oltre a Stephane Deschenes sono intervenuti altri Presidenti di Federazione (sia europee che extra europee) o si sono palesate altre candidature alla Presidenza dell'INF?
In ogni caso sta emergendo che la Ivo Sieglinde sta prendendo una strada non condivisa dalla maggioranza del movimento naturista internazionale, mi auguro che ne prenda atto e non si riproponga alla Presidenza dell'INF e non contrasti un rinnovamento del naturismo.
Francesco
Francesco Ballardini
Socio A.N.ITA. dal 1998.
Avatar utente
Andrea vi
Messaggi: 481
Iscritto il: 16/04/2012, 20:48
Località: Vicenza

Messaggio da Andrea vi » 15/11/2020, 14:22

Nessun altro ha parlato di candidature, comunque tanto per ribadire il concetto il presidente della associazione sudafricana ha detto che loro vorrebbero avere delle spiagge per poter praticare e in Sudafrica non esistono spiagge private, sono tutte pubbliche,il presidente della associazione thailandese ha detto che si aspetta dalla federazione internazionale una specie di ombrello legale per i naturisti del suo paese se ho capito bene là l'unico modo perché venga accettato è dimostrare che esiste un movimento internazionale globale
emmeicsics
Messaggi: 839
Iscritto il: 17/04/2012, 12:24

Messaggio da emmeicsics » 15/11/2020, 15:55

cescoballa ha scritto:
15/11/2020, 14:10
Ci puoi indicare il ruolo di Hector Martinez? È forse il Presidente della federazione Messicana?
Sì.
Oltre a Stephane Deschenes sono intervenuti altri Presidenti di Federazione (sia europee che extra europee) o si sono palesate altre candidature alla Presidenza dell'INF?
Wilfried Blaschke presidente DFK Germania era tra i relatori, sembrava informato della proposta di Ivo ma perplesso su come è stata presentata.
Come è già stato scritto ha parlato il presidente della federazione sudafricana. Inoltre Maja Penko della federazione slovena (60% socie donne), Gregers Tailandia, c'era ovviamente il presidente di British Naturism. Non so se tra i partecipanti ci fossero altri presidenti, sul cellulare è complicato seguire la chat, magari gli altri che erano presenti hanno notato altri.
Non ho sentito di altre candidature alla presidenza e aggiungo che, se non ricordo male, Deschênes ne ha parlato nella sessione successiva.
In ogni caso sta emergendo che la Ivo Sieglinde sta prendendo una strada non condivisa dalla maggioranza del movimento naturista internazionale, mi auguro che ne prenda atto e non si riproponga alla Presidenza dell'INF e non contrasti un rinnovamento del naturismo.
Vogliamo escludere che voglia candidarsi a presiedere la INF commerciale? ;-)

ciao
Massimo
Rispondi