Pulizie "Naturiste"?

Informazioni su cosa è il naturismo, discussioni su aspetti e problematiche inerenti la pratica naturista. Articoli, video, recensioni su libri inerenti al naturismo e alla pratica naturista.
raggiogiallo
Messaggi: 70
Iscritto il: 07/02/2018, 15:45

Pulizie "Naturiste"?

Messaggio da raggiogiallo » 18/01/2020, 16:30

Ho trovato questo servizio chiamato NaturPop (https://www.naturpop.it/index.php) e descritto come "servizio di pulizie Naturiste". Se ne parla in un paio di articoli, che contengono delle interviste a persone che ci hanno lavorato:
https://www.adhocnews.it/arrivano-le-co ... in-italia/
https://www.dagospia.com/rubrica-29/cro ... 221963.htm

Dagli articoli emerge un aspetto molto grave: alle persone che chiedono il servizio è consentito di masturbarsi alla presenza delle donne che effettuano le pulizie.
Gli uomini che potevano fare?: “Gli uomini potevano guardare, leggere il giornale, prendere il tè o fare quello che dovevano fare”. Cioè?: “Anche masturbarsi. E’ capitato, non è proibito." [...]
E mentre si masturbavano che facevi?: “Professionalmente la cleaner deve continuare a pulire. Basta far finta di niente. Io non mi sono mai eccitata. Continuavo a stirare”.
La cosa è gravissima per almeno due motivi:
1) mette in cattiva luce il naturismo, che già in Italia ha grande difficoltà ad essere accettato (basta leggere quanto sostengono i gruppi di opposizione ai luoghi naturisti italiani);
2) il servizio offre uno sconto del 10% agli associati ANAB (Associazione Naturista Abruzzese). Si legge sul sito: "I collaboratori e le collaboratrici di NaturPop sono associati ad ANAB". Farei veramente fatica a veder rappresentato il naturismo italiano da una associazione che consenta simili comportamenti.
enJoy Naturism!
Avatar utente
andrea.mira
Messaggi: 18
Iscritto il: 10/06/2017, 21:40

Messaggio da andrea.mira » 18/01/2020, 17:26

Appena ho letto il post e gli articoli ho immediatamente e direttamente contattato la titolare di Naturpop che aveva rilasciato l'intervista.
Queste le testuali risposte ricevute:
Questo articolo non lo avevo letto.
Io ho detto che se i clienti avevano un erezione, la cleaner non ci fa caso.
Loro hanno manipolato l'intervista tagliando i pezzi e mettendo insieme quello che non ho mai detto.
Ho detto che era capitato che qualcuno si toccasse ma che non c'era mai stato contatto fisico né eccitazione da parte mia.
Ho anche detto che è assolutamente vietato qualsiasi approccio sessuale come ben spiegato nel contratto.
Purtroppo loro fanno delle notizie il loro punto forte e più le rendono appetitose più hanno audience
A chi mi ha chiesto se era possibile ho risposto di no
Non vuole essere in alcun modo un servizio escort camuffato. Oltretutto io non dimentico mai che se accade una cosa del genere io personalmente rischio una condanna da 6 a 12 anni
Io parlo di reazione fisiologica (erezione)
Loro di masturbazione.
Dopodiché ho consigliato di contattare il giornalista per una rettifica. Mi ha riferito che è già stato fatto, ma lui ha nicchiato consigliandole di specificare la differenza tra quanto scritto e quanto detto direttamente ai clienti.

inoltre ha concluso:
Appena uscito l'articolo mi hanno bombardato di richieste di info per sapere se davvero si potessero masturbare. Ho risposto di no a tutti!

Nel contratto di prenotazione è chiaro che non possono fare atti sessuali di alcun genere. E le ragazze sanno che non devono acconsentire a nessun invito in tal senso.
Infatti sono in una posizione di stallo anche per questo.
Dopo aver fatto tanto per poter aprire, adesso con questa cosa poco chiara e fuorviante non accetto nessuna prenotazione a meno che non possa andare io personalmente
Questa la reale situazione. La differenza tra questo e quanto inventato dal giornalista è notevole.

Per questo motivo quando si sceglie di rilasciare interviste in materia di naturismo cerchiamo sempre di essere super-selettivi sulla serietà del giornalista. Si fa in un attimo a combinare un pasticcio dal quale poi non si esce più.
Andrea Mirabilio
Segretario A.N.AB.
Segretario Fenait
Immagine
T: +39 3470069308
Email:
segreteria@fenait.org
segreteria@abruzzonaturista.it
Web:
www.fenait.org
www.abruzzonaturista.it
raggiogiallo
Messaggi: 70
Iscritto il: 07/02/2018, 15:45

Messaggio da raggiogiallo » 18/01/2020, 17:42

Grazie mille per la risposta tempestiva.

Come scrivevo prima, la gravità di quanto scritto è dovuta anche alla presenza dell'articolo su dagospia.com, sito di informazione e gossip che ha una discreta visibilità, oltre a venire frequentemente visionato dalle principali testate giornalistiche italiane (che non di rado infatti ne riportano i contenuti).

Il pensiero va ovviamente alla bella spiaggia di Torino di Sangro e agli sforzi che anche la vostra stessa associazione fa per proteggerla e riconsegnarla anno dopo anno al turismo naturista. Avendola visitata più di una volta con entusiasmo, non mi sono però sfuggite le critiche che una parte delle persone del posto fa, e che se alimentate potrebbero essere un ulteriore puntello per la condizione spesso fragile di quella spiaggia come degli altri luoghi naturisti italiani. Per questo sostengo appieno il tuo invito ad avere massima attenzione quando si concedono interviste. Del resto siti di gossip come quello citato non aspettano altro che particolari piccanti (magari manipolando le notizie) per rendere stuzzicanti al pubblico i propri articoli.
enJoy Naturism!
Avatar utente
itaindo
Messaggi: 741
Iscritto il: 17/01/2013, 0:51
Località: Rozzan(geles) (MI)

Messaggio da itaindo » 18/01/2020, 17:54

Ok, stare attenti a chi e come si rilasciano interviste mi sembra il minimo cmq io se avessi rilasciato un'intervista che riguarda la mia attività sarei andata al volo a leggere cosa era stato riportato. Ma 'Ho detto che era capitato che qualcuno si toccasse ma che non c'era mai stato contatto fisico ..." Ah, beh, allora ...
Rossella
Avatar utente
capitan1cino
Messaggi: 2270
Iscritto il: 12/01/2012, 10:31
Località: Novara
Contatta:

Messaggio da capitan1cino » 18/01/2020, 21:45

Ussignur!! :?
Un articolo analogo a questo è pubblicato a cadenza regolare... dal mio punto di vista non fa più notizia. Mi puzza molto di pubblicità gratuita dell'attività commerciale. ;)
Alessandro
Gestione Forum Italia Naturista
Avatar utente
Alelid
Messaggi: 408
Iscritto il: 26/02/2016, 20:37

Messaggio da Alelid » 18/01/2020, 22:44

Considerato che toccarsi è un eufemismo per masturbarsi, non vedo cosa abbia frainteso o manipolato il giornalista. Ritengo semmai che le associazioni naturiste dovrebbero evitare di avallare queste (pur legittime) attività per evitare fraintendimenti da parte dei lettori e ammiccamenti di giornalisti maliziosi
Alessandro e Lidia
nudomark
Messaggi: 1601
Iscritto il: 12/01/2012, 17:48
Località: Como

Messaggio da nudomark » 18/01/2020, 23:10

Che senso ha pubblicizzare sui forum naturisti un pessimo articolo anzichè chiedere direttamente agli interessati chiarimenti in merito?
Oggigiorno i naturisti sono i peggiori nemici di se stessi.
In spiaggia naturista è diventato persino problematico scambiarsi un bacio che si vene additati come perversi. Alla larga dai sessuofobi.
Avrei proprio voglia di fare un elenco dei frequentatori dei forum naturisti presenti altrove in ben altri forum, almeno ********* ...
@raggiogiallo: ********

**** Nota di moderazione: nudomark, sei invitato a mantenere un tono più pacato nei tuoi interventi ed evitare di fare riferimento a quanto accade o è accaduto su altri forum. Se hai questioni personali da chiarire con altri utenti di questo forum esistono i canali diretti: mail e messaggi privati. ****
emmeicsics
Messaggi: 839
Iscritto il: 17/04/2012, 12:24

Messaggio da emmeicsics » 19/01/2020, 12:43

Ero incerto se scrivere qualcosa su questa interessante discussione per la promozione del naturismo ma poi mi sono detto "Perché no?"

Premesso che da un punto di vista naturista (sto dando un consiglio agli imprenditori pronti a cogliere opportunità in qualunque nicchia di mercato) forse sarebbe meglio se venisse offerto un servizio di pulizia a naturisti, cioè a persone abituate a stare nude in casa e che faticano a trovare persone disponibili a fare le pulizie senza essere costretti a rivestirsi.
Offrire un servizio in cui chi fa le pulizie è sedicente naturista, si indirizza ad una tipologia di clientela completamente diversa.
Se poi ci si propone con slogan come "Finalmente le pulizie domestiche saranno tutt'altro che noiose!", i fraintendimenti sono praticamente automatici.

L'ideale sarebbe che i moderatori cancellassero questa discussione che al naturismo non porta proprio nulla.

ciao
Massimo

p.s. È già stato fatto notare dalla moderazione ma non mi è chiaro perché sparare certe "minacce" anonime verso alcune persone. ******
Avatar utente
giuseppe isacchi
Messaggi: 368
Iscritto il: 18/01/2013, 11:14

Messaggio da giuseppe isacchi » 19/01/2020, 13:36

Sono assolutamente in linea col pensiero di emmeicsics. Questa attività e questo post, nulla hanno a che spartire col naturismo.
Giuseppe Isacchi
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2434
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 19/01/2020, 14:37

Dovrei essere uno dei moderatori di questo forum, ma per principio non mi piace censurare.

Personalmente non vedo così negativo questo post nel suo complesso, per le cose che fa emergere e per il chiarimento che ne segue da parte di molti degli interventi (a parte la caduta di stile di Nudomark).
Il servizio offerto in se, che aprendosi verso una certa normalità della nudità, non è per nulla da censurare.
Bisogna porre attenzione ai messaggi che passano nel proporre le varie cose che hanno a che fare con il naturismo e la nudità, al linguaggio che si usa.
Quando si rilasciano interviste si dovrebbe utilizzare delle argomentazioni che siano limpide e non fraintendibili e bisogna tener conto che i giornalisti giocano molto su questioni che muovono una certa "pruderie", pur di vendere.

Quando lessi sul sito dell'Associazione Naturista Abruzzese, della convenzione con Naturpop, mi scappò un sorriso, ma non ne farei comunque assolutamente un caso, come per balla coi nudi, le cene in nudità, le visite al museo nudi, tutte queste cose sono orientate a rendere il più naturale e normale la nudità sociale.
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Rispondi