"migranti fanno il bagno nudi"

Informazioni su cosa è il naturismo, discussioni su aspetti e problematiche inerenti la pratica naturista. Articoli, video, recensioni su libri inerenti al naturismo e alla pratica naturista.
luzypan
Messaggi: 344
Iscritto il: 29/08/2017, 10:06

"migranti fanno il bagno nudi"

Messaggio da luzypan » 01/08/2018, 21:49

Eccoci........
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ ... 60535.html
Pure io ho fatto il bagno nudo la settimana scorsa (Lecciona)
Anche oggi per la verità (Ticino)
E pure quando ero ragazzino lo si poteva fare ovunque...
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2314
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 01/08/2018, 22:51

L'informazione razzista, unita al "pruritismo" tipico di certa informazione fanno una bella miscela. Lo sandalo in questo caso esiste solo perchè questi uomini hanno la pelle di colore differente dalla maggior parte di noi esseri civili che "nel nostro paese abbiamo l'abitudine di fare anche la doccia con le mutande" e non sia mai che tali abitudini vengano a noi imposte imposte da questi stranieri!
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
fabio32
Messaggi: 44
Iscritto il: 21/06/2012, 8:59

Messaggio da fabio32 » 02/08/2018, 8:12

Il problema non è quello che possono fare il bagno nudi (quello sarebbe bene poterlo fare tutti) ma quello che possono delinquere impuniti.
A Rimini gli stupratori hanno persino trovato un avvocato pagato dalla Caritas (per giunta avvocato di sesso femminile) che sosteneva che non vanno puniti perchè sono nordafricani e non possiamo pretendere sappiano che in Italia, sulle spiagge, è vietato stuprare.
Come se esistesse un paese civile in cui lo stupro è consentito.
Il razzismo non c'entra una beata cippa.
Anzi al contrario: se io (di pelle bianca) faccio il bagno nudo, al di fuori di poche spiagge dove il nudismo è consentito o almeno tollerato, vengo colpito da pesanti sanzioni: perchè io si e loro no?
nudomark
Messaggi: 1596
Iscritto il: 12/01/2012, 17:48
Località: Como

Messaggio da nudomark » 02/08/2018, 8:34

Perchè scrivi qui queste cose? Quella dello stupro e dell'avvocato è una bufala colossale.
fambros
Messaggi: 492
Iscritto il: 29/01/2012, 19:15

Messaggio da fambros » 02/08/2018, 11:00

perche' nessuno ha chiamato i vigili ? Forse perche' per i cittadini di Pozzallo fare il bagno nudi e' normale?
Ciurma del Ticino
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2314
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 02/08/2018, 11:52

fabio32 ha scritto:(...)
Forse pure io sono andato leggermente OT ma qui dovrebbe intervenire il moderatore.

**** Nota di moderazione: per segnalare gli interventi inappropriati c'è l'apposita funzione "Segnala il messaggio". In questo modo vengo anche notificato.
Nel caso specifico. Fabio ha formulato il suo intervento basandosi su una bufala girata in rete. Gli è stato risposto facendogli notare l'errore e appena oltre la bufala è stata pure documentata.
Chiuderei il caso qui, invitando fabiio a fare maggiore attenzione alle fonti di ciò che legge. E a tutti quanti di rimanere nel seminato (evitare OT). ****
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Avatar utente
Andrea vi
Messaggi: 444
Iscritto il: 16/04/2012, 20:48
Località: Vicenza

Messaggio da Andrea vi » 02/08/2018, 11:59

vabbè in attesa del moderatore intanto metto questo
https://www.noallebufale.it/category/carmen-di-genio/
Avatar utente
I_Bucaneve
Messaggi: 153
Iscritto il: 16/10/2014, 17:57
Contatta:

Messaggio da I_Bucaneve » 02/08/2018, 12:18

Il titolo del quotidiano (per me 3/4 dei 'giornalisti' potrebbero sparire), è volutamente provocatorio e come sempre teso a scaldare gli animi.
La questione è: il luogo dove questi qui si sono spogliati e sono rimasti nudi, è autorizzato alla pratica della nudità? Risposta: No.
Allora, perché farla tanto tragica per i migranti, quando basta che leggere notizie anche di poco tempo fa, per trovare casi analoghi di denuncia/denunce da parte di italiani verso italiani stessi?
Il 'razzismo' lo vuole creare il giornalista, ma casi di scontro tessili-naturisti ce ne sono stati e ci sono tutt'ora in Italia, quindi è un problema che col colore della pelle non c'entra niente.

Concludo, facendo una piccola considerazione personale: Mi spoglierei mai nudo in una spiaggia tessile, alla luce del giorno davanti a donne, bambini, uomini, ecc. ?
No ed aggiungo: avrebbero ragione i bagnanti a segnalarmi se lo facessi.
Sta nel buon senso e nel rispetto reciproco...ma non tutti ce l'hanno.
luzypan
Messaggi: 344
Iscritto il: 29/08/2017, 10:06

Messaggio da luzypan » 02/08/2018, 12:51

fambros ha scritto:perche' nessuno ha chiamato i vigili ? Forse perche' per i cittadini di Pozzallo fare il bagno nudi e' normale?


Le notizie giunte da varie fonti sul web sostengono si tratti di due adolescenti maschi; per questo motivo ho ricordato che quando avevo 15 anni potevo fare il bagno nudo con i miei amici, e persino amiche, nel fiume, vicino a casa. Ho citato l'articolo del giornale perché oltre ad essere emblematico (razzismo sottile sottile...), in coda riporta un centinaio di commenti, uno di un noto naturista... (che saluto anche se non conosco personalmente!).

Come dicevo, facevamo il bagno nudi da adolescenti. Una volta invero passò una beghina del paese col marito e accadde un mezzo scandalo; certo non chiamarono i vigili o la forestale... negli anni settanta nessuno si sarebbe sognato di scomodare le forze dell'ordine per dei ragazzi che facevano il bagno nudi.

Vogliamo parlare di questo, magari, che credo abbia più attinenza col naturismo?
Avatar utente
moonchild
Messaggi: 51
Iscritto il: 16/05/2012, 9:04

Messaggio da moonchild » 02/08/2018, 17:07

luzypan ha scritto:

Le notizie giunte da varie fonti sul web sostengono si tratti di due adolescenti maschi; per questo motivo ho ricordato che quando avevo 15 anni potevo fare il bagno nudo con i miei amici, e persino amiche, nel fiume, vicino a casa. Ho citato l'articolo del giornale perché oltre ad essere emblematico (razzismo sottile sottile...) ... [...]

[...] ... negli anni settanta nessuno si sarebbe sognato di scomodare le forze dell'ordine per dei ragazzi che facevano il bagno nudi.

Vogliamo parlare di questo, magari, che credo abbia più attinenza col naturismo?
Mi trovo d’accordo con il tentativo di luzypan di indirizzare la discussione verso l’aspetto da lui evidenziato.

È tuttavia un tentativo piuttosto arduo perché la notizia si presta a mescolare due aspetti che scatenano da un lato il bigottismo, e dall’altro la xenofobia ormai dilagante.
Ancora peggio!!! Ho letto alcuni commenti alla notizia riportata sulla pagina Facebook de “Il Giornale” ed è facile assistere ad una sommatoria argomentativa:

1) Gli indesiderati migranti non rispetterebbero le regole sociali di convivenza degli italici luoghi facendo un bagno rinfrescante da nudi.
2) Il tentativo di spiegare ai contestatori la normalità (... direi perfino banalità!!!) di questa naturale opzione scelta (forse il costume da bagno non è nella disponibilità di questi ragazzi), raffoza nei commenti uno stereotipo razzista che incidentalmente offende un po’ anche noi naturisti: ... se ti spogli, ... in fondo in fondo sei un po’ un selvaggio ...! E quindi via libera ai commenti sulla giungla, sugli alberi, sulle scimmie ...!
Commenti vergognosi.

Tornando in tema e recuperando lo spirito iniziale del post di Luzypan.
Fare il bagno da nudi quando si era adolescenti era un fatto abbastanza comune e veniva accettato anche laddove non lo si poteva più fare da adulti.

Effettivamente questa “zona franca” questa “età dell’innocenza” sembra essersi assottigliata se non addirittura esaurita del tutto.
I bambini, i ragazzi, gli adolescenti sembrano sempre più catalogati come “piccoli uomini” oppure “piccole donne”, stimolati ad assumere, le sembianze, gli atteggiamenti, il linguaggio, degli adulti, ... bersaglio di aspettative.

A mio avviso, l’ineluttabile avvicinamento verso una identità sessuale competitiva e forzata di questa generazione di minorenni ha fatto perdere molta leggerezza sia a loro stessi che agli adulti intorno. Probabilmente la nudità “giocosa” ed “innocente” dei ragazzi di un tempo, in questo momento è perduta, lasciando posto alla nudità finalizzata, esibizionista, autocompiaciuta, delle chat su whatsapp e o divaltre app di successo, come tutti ben sappiamo.
Aggiungo che anche le famiglie naturiste sembrano condannate a pagare il prezzo di questo strano, paradossale, conformismo.
Stefano Morra
Segretario UNAIT
Rispondi