Sacconago - Oasi naturista?

Informazioni su cosa è il naturismo, discussioni su aspetti e problematiche inerenti la pratica naturista. Articoli, video, recensioni su libri inerenti al naturismo e alla pratica naturista.
luzypan
Messaggi: 344
Iscritto il: 29/08/2017, 10:06

Re: Sacconago - Oasi naturista?

Messaggio da luzypan » 24/12/2017, 12:02

sergino ha scritto: Un problema culturale appunto per cui serve sempre la massima chiarezza e servono maschi che sappiano slegare completamente il concetto di nudo=sesso e donna sola=disponibile, sopratutto se nuda.

Però, scusa, questo principio che esponi si direbbe un assioma e come tale un principio assunto come vero e incontrovertibile.

Ma ogni essere umano, indipendentemente dal genere sessuale di appartenenza, sa che nudità e sessualità possono essere messe in relazione, spesso e volentieri, con assoluta legittimità.

Allo stesso modo, anzi con maggiore legittimità, una donna sola può essere disponibile sessualmente, in qualunque contesto si venga a trovare, comrpesa una struttura naturista integerrima. In questo caso, si tratta di educazione e rispetto dell'ambiente, il contenersi intendo, ma nessuno vieta di legarci sessualmente e affettivamente in ambiente naturista e poi dare sfogo alle nostre passioni carnali altrove.

Allo stesso modo, tornando in topic, che un gruppo di naturisti si possa ritrovare in un locale sessualmente trasgressivo a fine giornata non lo vedo come un atteggiamento contro il naturismo. E' contro il naturismo trasformare una spiaggia naturista/nudista in un club privè senza autorizzazioni e senza il consenso collettivo dei presenti.
fambros
Messaggi: 479
Iscritto il: 29/01/2012, 19:15

Messaggio da fambros » 24/12/2017, 12:12

la pornostar che si esibisce in un club prive' col naturismo non c'entra nulla

Nicola Capo fece tutta una critica accesa verso la pornografia che non c'entrava nulla col naturismo
Ciurma del Ticino
luzypan
Messaggi: 344
Iscritto il: 29/08/2017, 10:06

Messaggio da luzypan » 24/12/2017, 12:41

Bene. Neppure la musica dei Led Zeppelin o la figura artistica di Lady Gaga c'entrano niente col naturismo. Almeno non direttamente (lady gaga pare abbia posato per foto artistiche di nudo "naturista"). Se il naturismo divenata una ideologia siamo spacciati.

Voglio dire, non è che Naturismo significa castrazione o repressione della sessualità e delle fantasie erotiche. Anzi direi che Naturismo significa "liberazione" dell'essere umano dalle ideologie repressive di ogni genere e specie.

Che la pornografia possa trasformarsi essa stessa in repressione del mondo erotico (stereotipizzazione delle attività sessuali e impoverimento del rapporto tra esseri umani) è evidente, ma stiamo attenti a non spacciare Naturismo con funzioni aggiunte come la repressione di Eros, o altro, perché altrimenti non ne usciremo vivi, tantomeno nudi (e scusate la battuta).

rinnovo saluti e auguri di fine anno a tutti
Ultima modifica di luzypan il 27/12/2017, 12:22, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
itaindo
Messaggi: 722
Iscritto il: 17/01/2013, 0:51
Località: Rozzan(geles) (MI)

Messaggio da itaindo » 24/12/2017, 13:28

Scusate ma qualcuno vuol dire chiaro e tondo che qui non si vuole castrare niente e nessuno ma solo cercare di aver a che fare con gente civile che sa distinguere come, dove e quando legare il nudo al sesso? A me cosa fanno fuori da li' non interessa ma quando legano certe attività all'oasi naturista" non dimostrano di avere le idee molto chiare e se discriminano i single con la scusa delle possibili molestie dimostrano solo di essere cattivi gestori (e anche parecchio in mala fede)
Rossella
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2086
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 24/12/2017, 18:57

Il concetto è stato ribadito più volte Rossella, ma secondo me Luzypan pur dicendo delle cose sacrosante interpreta in modo non corretto, ed un po' provocatorio, quanto affermiamo (non solo su queste pagine), e non comprende il concetto chiaro che esprimiamo: il naturismo nulla, ma proprio nulla ha a che vedere con il sesso, ma tutto a da condividere con il massimo rispetto ed un approccio libero nella condivisione dei rapporti fra persone, e per persone intendo tutte maschi o femmine, bambini, giovani od anziani che siano!
Nessuno contesta la libertà sessuale, nessuno contesta i sentimenti che potrebbero nascere fra persone in ambito naturista (come è naturale che avvenga del resto), si contesta l'esibizionismo se palesato in questi ambiti, l'inciviltà di chi li frequenta solo perché essendo tutti nudi ci si immagina chissà quali attività sia possibile fare, e chi dimostra di non avere il massimo rispetto per la libertà tutti di vivere con la massima naturalezza il proprio essere....
Nessun ipocrisia quindi, nessun desiderio di reprimere sentimenti e pulsioni, nessuna battaglia moralista e crociate contro cichessia.
Il naturismo lungi dal voler diventare un'ideologia deve comunque trovare la forza di affermarsi come forma di pensiero composito, oltre all'essere ed allo stare nudi in ambito sociale, un pensiero che si manifesta, un'idea che prende corpo vivendola in ambiti sociali.

E quelli dell'Oasi in questione pare non abbiano compreso questo concetto, per cui si continua ad usare scientemente il temine naturista come esca per fare facili soldi, facendo leva su di un falso immaginario che tende a mantenere alta la frustrazione e la repressione sessuale di cui siamo "tutti" vittime, che continua ad accostare il nudo all'esercizio del sesso più o meno libero, disinibito e magari a pagamento.
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
luzypan
Messaggi: 344
Iscritto il: 29/08/2017, 10:06

Messaggio da luzypan » 24/12/2017, 20:33

Ma Sergino, io sono perfettamente d'accordo con quello che scrivi qua sopra. Solo che mi pare che per ottenere dei risultati positivi in ambito naturista, e contenere il possibile esibizionismo erotico e pornografico (che pare ormai sia una piaga devastante delle spiagge libere, ma è veramente così?)*, occorre innescare un processo culturale di educazione collettiva. Lo sai tu, lo so io. Lo sanno tutte le persone intelligenti. Non serve creare ghetti in cui confinare i naturisti.

Quanto all'oasi di cui sopra, cosa facciano là lo sa solo chi ci è stato. E se qualcuno ci è stato parli chiaro.



ps (27/12)

scrivo la nota che mi ero dimenticato di apporre (asterisco)

* io non credo che sia così, cioè che le spiagge libere naturiste siano impraticabili perché invase da libertini in cerca di sesso; io credo questa sia propaganda ideologica, ossia una tattica politica per ottenere un tornaconto: lo si fa sulle pagine del giornale citato, parlando male del Ticino e invitando la gente ad andare all'Oasi P; lo si fa spesso in ambiente nudonaturista parlando male di spiagge libere sostenendo che siano appunto invase da ogni sorta di maniaci e dunque per questo motivo non vivibili in un'ottica naturista.
Rispondi