Scientificamente provato: il naturismo rende felici

Informazioni su cosa è il naturismo, discussioni su aspetti e problematiche inerenti la pratica naturista. Articoli, video, recensioni su libri inerenti al naturismo e alla pratica naturista.
Rispondi
Avatar utente
Alelid
Messaggi: 368
Iscritto il: 26/02/2016, 20:37

Scientificamente provato: il naturismo rende felici

Messaggio da Alelid » 29/01/2017, 18:57

Una ricerca del dott. Keon West, ricercatore del Dipartimento di Psicologia della Goldsmiths University di Londra pubblicata su una seria rivista scientifica, il Journal of Happiness Studies, ha dimostrato che il naturismo migliora la precezione di sé e l'autostima e favorisce la felicità di chi lo pratica.
Noi lo sapevamo già, ma se lo dice qualcun'altro meglio ancora no?

West, K., Naked and Unashamed: Investigations and Applications of the Effects of Naturist Activities on Body Image, Self-Esteem, and Life Satisfaction, Journal of Happiness Studies (2017) DOI 10.1007/s10902-017-9846-1
http://link.springer.com/content/pdf/10 ... 9846-1.pdf
Alessandro e Lidia
raggiogiallo
Messaggi: 58
Iscritto il: 07/02/2018, 15:45

Messaggio da raggiogiallo » 24/11/2019, 11:07

Pubblico anche qui una traduzione che ho fatto di titolo e descrizione dell'articolo (qui un link aggiornato e di comoda consultazione https://link.springer.com/article/10.10 ... 017-9846-1) per consentire una più facile comprensione al lettore italiano.

Titolo: "Nudi e senza provare vergogna: studi e applicazioni pratiche riguardanti gli effetti di attività naturiste su percezione del corpo, autostima, e soddisfazione della vita."

Descrizione: L'insoddisfazione nella percezione del proprio corpo è un serio problema globale che influenza negativamente la soddisfazione della vita. Sono state fatte molte affermazioni riguardo i possibili benefìci psicologici di attività naturiste, ma pochissima ricerca empirica ha studiato questi benefici o le loro spiegazioni plausibili. In tre studi, uno studio su larga scala, a campionamento trasversale (n = 849)*, e due studi di prospettiva (n = 24, n = 100)*, questa ricerca ha sviluppato e applicato una conoscenza dei possibili benefìci di attività naturiste. Si è scoperto che una maggiore partecipazione ad attività naturiste ha predetto una maggiore soddisfazione della vita: questa relazione è stata mediata da una percezione del corpo più positiva, e da una autostima più alta (Studio n.1). Applicando queste scoperte, si è riscontrato che partecipare ad attività naturiste conduce ad un aumento della soddisfazione della vita, un effetto che è stato mediato anche da miglioramenti della percezione del corpo e dell'autostima (Studi n.2 e n.3). Si discutono i benefìci potenziali del naturismo, come pure la possibile ricerca futura, e le implicazioni sull'utilità della attività naturiste.

* E' il numero dei partecipanti.
enJoy Naturism!
raggiogiallo
Messaggi: 58
Iscritto il: 07/02/2018, 15:45

Messaggio da raggiogiallo » 24/11/2019, 11:10

Aggiungo la traduzione (con l'aiuto del traduttore automatico stavolta, ma sempre controllando e correggendo) del pezzo in cui Sarah Cox descrive e riassume l'articolo scientifico in una pagina a cura dell'università stessa in cui lavora l'autore. https://www.gold.ac.uk/news/naked-and-unashamed/

I ricercatori guidati dal Dott. Keon West (Dipartimento di Psicologia) hanno studiato le associazioni tra attività naturista e benessere psicologico, nonché gli effetti immediati di due veri eventi naturisti sulla soddisfazione di vita dei partecipanti.
Il primo studio - un sondaggio online di circa 850 persone britanniche di varie età, etnie e religioni - ha scoperto che a coloro che trascorrevano del tempo nudi o parzialmente nudi intorno ad altri (ad es. prendere il sole in topless o prendere parte a World Naked Cycle Rides), piacevano di più anche i propri corpi, e inoltre essi pensavano meglio di loro stessi ed erano più soddisfatti delle proprie vite in generale.
Più a lungo praticavano il naturismo e più spesso lo facevano, più felici erano.
Il secondo e il terzo studio hanno avuto luogo a un evento "Bare all for Polar Bears" allo Yorkshire Wildlife Park (24 partecipanti) e all'evento Waterworld del British Naturism a Stoke on Trent (100 partecipanti). Ad entrambi gli eventi, i partecipanti sono stati valutati poco prima di togliersi i vestiti e alla fine dell'evento, prima di rimetterli.
In entrambi i casi i partecipanti hanno sperimentato miglioramenti immediati e significativi nella percezione del corpo, nell'autostima e nella soddisfazione della vita.
Per decenni, la ricerca ha dimostrato che l'insoddisfazione nella percezione del proprio corpo è un grave problema globale che influisce negativamente sulla salute psicologica. Gran parte di ciò deriva dalla sovraesposizione a "corpi idealizzati" come quelli ampiamente visti nelle riviste, in televisione e sempre più sui social media.
Ricerche precedenti mostrano anche che le reazioni positive o neutre al proprio corpo e l'esposizione a corpi "non idealizzati" (altrimenti noti come persone normali), dovrebbero contrastare gli effetti negativi delle immagini idealizzate. Logicamente quindi il naturismo - la pratica di essere nudi in compagnia di altri non intimi - dovrebbe essere una buona cosa per la percezione del proprio corpo e l'autostima.
Il dott. West afferma: "I naturisti lo dicono da un po'. Tuttavia, nonostante molte affermazioni positive, la ricerca empirica poco o per nulla ha indagato se l'attività naturista (piuttosto che l'atteggiamento o le credenze) ci renda effettivamente più felici o, altrettanto importante, perché ci rende più felici. "
Il dott. West ritiene che questa ricerca attuale sia un buon primo passo, ma che ci sono ancora molte altre domande a cui rispondere. In che modo esattamente il naturismo ha questi effetti positivi? E gli effetti si attenuano dopo un certo numero di eventi naturisti?
Le analisi iniziali dei dati suggeriscono che vedere le altre persone nude è più importante dell'essere visti nudi. I dati sembravano anche scoprire che i benefici hanno raggiunto un limite dopo circa 20 eventi naturisti all'anno - un'ulteriore attività naturista oltre questa non sembrava fare la differenza.
Il dott. West suggerisce che ulteriori ricerche, inclusi progetti longitudinali e studi randomizzati controllati, farebbero più luce su questi risultati iniziali. Mentre la rappresentazione ai due eventi naturisti era varia, la maggior parte degli intervistati al primo sondaggio erano uomini, la maggior parte erano bianchi, la maggior parte erano etero e la maggior parte erano di mezza età. Anche se si sono riscontrati gli stessi effetti quando genere, etnia, orientamento sessuale ed età sono stati inclusi come fattori nelle analisi, il dott. West ritiene che sarebbe utile condurre ricerche con popolazioni più variegate.
Tuttavia, ciò non dovrebbe sminuire la conclusione che il naturismo sembra avere benefìci psicologici. Per molto tempo molte persone, anche i professionisti della salute, hanno ipotizzato che la nudità pubblica fosse un segno di disfunzione psicologica. Questa percezione è rimasta bloccata anche se un numero crescente di persone sta prendendo parte ad attività senza vestiti.
I risultati certamente indicano che il naturismo sembra avere effetti positivi, non negativi. Pertanto, il dott. West sospetta che potrebbe offrire una soluzione a basso costo e ampiamente disponibile al problema dell'insoddisfazione nella percezione del corpo. "Per lo meno", conclude, "vale la pena indagare".
enJoy Naturism!
Avatar utente
Enrico Amoroso
Messaggi: 73
Iscritto il: 19/01/2020, 3:00
Contatta:

Messaggio da Enrico Amoroso » 23/03/2020, 4:38

Felicità? Non so a me ha sempre dato un senso di rilassatezza totale, serenità e fusione con la natura oltre ad un senso di normalità al punto da vedere un po' come strani coloro che al mare restano in costume.
Iscritto A.N.AB.
Una pagina che mi piace: https://www.facebook.com/Ripuliamo-spia ... 002200079/
Gli adulti son solo bambini cresciuti male.
La normalità è la forma di pazzia più diffusa sul pianeta.
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2322
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 23/03/2020, 19:06

Enrico Amoroso ha scritto:
23/03/2020, 4:38
Felicità?...senso di rilassatezza totale, serenità e fusione con la natura...
Scusa Ero.. em Enrico, ma quello che esprimi non è forse il senso stesso della felicità?
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Avatar utente
Enrico Amoroso
Messaggi: 73
Iscritto il: 19/01/2020, 3:00
Contatta:

Messaggio da Enrico Amoroso » 24/03/2020, 20:45

sergino ha scritto:
23/03/2020, 19:06
Enrico Amoroso ha scritto:
23/03/2020, 4:38
Felicità?...senso di rilassatezza totale, serenità e fusione con la natura...
Scusa Ero.. em Enrico, ma quello che esprimi non è forse il senso stesso della felicità?
Per me "felicità" comprende anche la presenza di una compagna con cui condividere queste sensazioni e la vita quotidiana ma purtroppo la mia ex non condivideva la pratica naturista ed attualmente sono single e,da alcuni anni, non posso neanche praticare in quanto ho con me mia madre che non posso lasciare sola per troppe ore e che non vuole altre persone che le tengano compagnia.
Iscritto A.N.AB.
Una pagina che mi piace: https://www.facebook.com/Ripuliamo-spia ... 002200079/
Gli adulti son solo bambini cresciuti male.
La normalità è la forma di pazzia più diffusa sul pianeta.
emmeicsics
Messaggi: 786
Iscritto il: 17/04/2012, 12:24

Messaggio da emmeicsics » 11/06/2020, 19:17

Gli studi del dott. Keon sono proseguiti anche nell'estate del 2019 ed è stato fatto un confronto tra le reazioni di chi partecipa ad eventi in nudità e di chi partecipa ad eventi simili ma non in nudità:

British Naturism del 9 giugno 2020 - It's official - nakedness leads to improvements in body image!

(in inglese)

Gli esperimenti condotti avevano lo scopo di verificare se la partecipazione ad eventi nudisti avesse come conseguenza un miglioramento del rapporto col proprio corpo o se le 2 cose non fossero correlate.
Sono stati misurati alcuni parametri (tramite dei questionari) prima e dopo la partecipazione ad alcuni eventi.

Hanno preso parte all'esperimento 51 persone, metà come gruppo di controllo (tessili). Nei 2 gruppi era simile anche la proporzione tra uomini e donne, intorno al 50%.
I partecipanti erano stati avvisati anticipatamente del fatto che avrebbero potuto partecipare ad eventi in nudità, quindi per contro-bilanciare ciò i partecipanti erano stati scelti tra non naturisti e sono stati inseriti in maniera casuale in un gruppo piuttosto che nell'altro.

Nell'esperimento sono state misurate anche l'attrazione percepita verso gli altri (con attrazione si intende il fatto di trovare interessanti le altre persone, non in senso estetico/sessuale, forse qualche psicologo conosce un termine italiano più adatto) e l'ansia corporea sociale (diciamo l'insicurezza provocata dal ritenere che il proprio corpo non sia perfetto, in particolare nel confronto con quello altrui).

Utilizzando lo stesso criterio di misura già descritto nelle pubblicazioni precedenti, sono state rilevate inequivocabili differenze nei due gruppi. Per il gruppo vestito 45 minuti passati a socializzare non hanno portato alcun cambiamento nel livello di apprezzamento del proprio corpo mentre per il gruppo nudo c'è stato un miglioramento.

Sempre nel gruppo nudista è stata misurata una diminuzione dell'ansia corporea sociale e questo fatto potrebbe spiegare perché la socializzazione in nudità porta ad un miglioramento della propria immagine corporea. Detto in altro modo non è sufficiente vedere altre persone nude senza interazione sociale per ottenere un miglioramento della propria immagine corporea.

ciao
Massimo
Avatar utente
Enrico Amoroso
Messaggi: 73
Iscritto il: 19/01/2020, 3:00
Contatta:

Messaggio da Enrico Amoroso » 11/06/2020, 21:08

emmeicsics ha scritto:
11/06/2020, 19:17
...

Nell'esperimento sono state misurate anche l'attrazione percepita verso gli altri (con attrazione si intende il fatto di trovare interessanti le altre persone, non in senso estetico/sessuale, forse qualche psicologo conosce un termine italiano più adatto) e l'ansia corporea sociale (diciamo l'insicurezza provocata dal ritenere che il proprio corpo non sia perfetto, in particolare nel confronto con quello altrui).
...
Più che "attrazione" direi curiosità nei confronti di altri che condividono con te qualcosa non propriamente molto diffuso in ogni caso fra nudisti / naturisti c'è sempre una maggiore facilità di fare conoscenza ed a volte amicizia che fra persone "costumate". Sarà forse per il senso di libertà che riduce le barriere esistenti nella vita quotidiana nei confronti degli altri.
Iscritto A.N.AB.
Una pagina che mi piace: https://www.facebook.com/Ripuliamo-spia ... 002200079/
Gli adulti son solo bambini cresciuti male.
La normalità è la forma di pazzia più diffusa sul pianeta.
Avatar utente
cescoballa
Messaggi: 1960
Iscritto il: 14/01/2012, 17:48
Località: Cesano Boscone(MI)
Contatta:

Messaggio da cescoballa » 12/06/2020, 11:48

Molto interessante, in sostanza "conferma" quanto sosteniamo come naturisti da anni e che, come dice un nostro slogan (qualcuno ha ancora quelle magliette con il disegno di Matisse), "Il naturismo libera il corpo e la mente" 😉😁.
Francesco
Francesco Ballardini
Socio A.N.ITA. dal 1998.
Rispondi