Naturismo e veg****esimo

Informazioni su cosa è il naturismo, discussioni su aspetti e problematiche inerenti la pratica naturista. Articoli, video, recensioni su libri inerenti al naturismo e alla pratica naturista.
marco invernizzi
Messaggi: 26
Iscritto il: 20/07/2021, 13:44

Re: Naturismo e veg****esimo

Messaggio da marco invernizzi » 02/10/2021, 20:41

@deriva Trova toni incivili nei miei commenti se riesci...
@moderazione Non c'è bisogno di richiami interverró solo su benvenuti e auguri.
Attendo di sapere il virgolettato di Sergino cosa significa. Sinveramente non capisco cosa significhi.
Avatar utente
Alelid
Messaggi: 497
Iscritto il: 26/02/2016, 20:37

Messaggio da Alelid » 04/10/2021, 7:34

deriva ha scritto:
02/10/2021, 17:23
anche se mi mangiano cadaveri cotti o crudi sotto il naso non ho niente da ridire.
Nella lingua italiana cadavere si utilizza in riferimento ai corpi umani.
Il fatto che alcuni lo applichino in riferimento alla carne animale indica una certa intransigenza ideologica non molto in linea con una serena discussione
Alessandro e Lidia
Avatar utente
deriva
Messaggi: 85
Iscritto il: 06/04/2015, 9:32

Messaggio da deriva » 04/10/2021, 9:51

Alelid ha scritto:
04/10/2021, 7:34
deriva ha scritto:
02/10/2021, 17:23
anche se mi mangiano cadaveri cotti o crudi sotto il naso non ho niente da ridire.
Nella lingua italiana cadavere si utilizza in riferimento ai corpi umani.
Il fatto che alcuni lo applichino in riferimento alla carne animale indica una certa intransigenza ideologica non molto in linea con una serena discussione

Non è ancora di uso comune (v. punto 1 del Garzanti), non vedo intransigenza, ma solo un uso della lingua che evolve col mutare dei tempi (v. punto 3)....

https://www.garzantilinguistica.it/ricerca/?q=cadavere
cadavere
[ca-dà-ve-re] n.m.
m pl. -i
1. il corpo di una persona morta: sotterrare, seppellire un cadavere; essere, restare come un cadavere, immobile, inerte |vilipendio di cadavere, occultamento di cadavere, reati previsti dal codice penale | (non com.) il corpo di un animale morto: il cadavere di una lepre
2. persona dall’aspetto pallido, macilento, sofferente: ormai è un cadavere ambulante | persona che reca sul volto segni di estrema stanchezza: la mattina dopo era un cadavere
3. (non com.) cosa corrotta, andata in rovina: la lingua, segregata dall’uso vivente, divenne un cadavere (DE SANCTIS)
Etimologia: ← dal lat. cadāver, forse connesso con cadĕre ‘cadere’.
Paola
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2762
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 05/10/2021, 8:55

marco invernizzi ha scritto:
02/10/2021, 20:41
...
...
Attendo di sapere il virgolettato di Sergino cosa significa. Sinveramente non capisco cosa significhi.
Perchè ho citato il tuo nik...
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2762
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 05/10/2021, 8:59

deriva ha scritto:
02/10/2021, 17:23
Sono vegana da molti anni, per questioni etiche. Per me ognuno è libero di alimentarsi come preferisce (almeno i fortunati che possono scegliere...) e anche se mi mangiano cadaveri cotti o crudi sotto il naso non ho niente da ridire. Sono scelte individuali.
La mia esperienza è fatta di persone onnivore che invece mi attaccano più o meno velatamente e più o meno "con cattiveria" per la mia scelta, e ho imparato a non provare neanche più a difendere (me e) le mia ragioni, giuste o sbagliate che siano, perché questo tipo di discussioni (intendo quelle non "civili") mi fanno solo stare male "...."
Non posso che confermarti quanto affermi. Purtroppo l'approccio verso i "vegani" è spesso oltraggioso, o ironico, e purtroppo anche in ambito naturista...
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Avatar utente
cescoballa
Messaggi: 2425
Iscritto il: 14/01/2012, 17:48
Località: Cesano Boscone(MI)
Contatta:

Messaggio da cescoballa » 05/10/2021, 10:17

Dopo questa serie di interventi non posso che confermare quanto avevo già scritto; ci vuole più tolleranza tra tutti e più rispetto per le scelte di ciascuno anche quando non sono condivise.
È vero ciò che scrive Deriva ma è altrettanto vero che non è piacevole sentirsi dire "mangiatore di cadaveri", "assassino", o peggio se si è onnivori.
Francesco
Francesco Ballardini
Socio A.N.ITA. dal 1998.
Avatar utente
deriva
Messaggi: 85
Iscritto il: 06/04/2015, 9:32

Messaggio da deriva » 05/10/2021, 13:08

cescoballa ha scritto:
05/10/2021, 10:17
Dopo questa serie di interventi non posso che confermare quanto avevo già scritto; ci vuole più tolleranza tra tutti e più rispetto per le scelte di ciascuno anche quando non sono condivise.
È vero ciò che scrive Deriva ma è altrettanto vero che non è piacevole sentirsi dire "mangiatore di cadaveri", "assassino", o peggio se si è onnivori.
Francesco
In questo caso chiedo scusa se ho urtato involontariamente la sensibilità di qualche onnivoro che mi ha letto qui.
Personalmente non uso mai il termine assassini nei loro confronti, mentre ammetto che "cadaveri" per indicare il cibo animale nel mio lessico è diventato "comune" e nella cerchia delle mie conoscenze onnivore non fa scandalo immagino perché mi conoscono e sanno che tipo di persona sono.
Diverso scriverlo qui dove ben pochi mi conoscono personalmente e sanno che sono una persona educata (spero) e pacifica (di questo sono sicura) :)
Paola
Avatar utente
cescoballa
Messaggi: 2425
Iscritto il: 14/01/2012, 17:48
Località: Cesano Boscone(MI)
Contatta:

Messaggio da cescoballa » 05/10/2021, 16:42

Cara Paola, non mi riferivo a te che anche se hai scritto "anche se mi mangiano cadaveri cotti o crudi sotto il naso non ho niente da ridire." (e ci mancherebbe 😉).
Il mio era un ragionamento in generale sull'intolleranza degli uni (gli onnivori) e degli altri (veg e simili); offendendosi e insultandosi a vicenda non si va da nessuna parte (vedi si vax e no vax) mentre confrontandosi in maniera "educata" e "pacifica" si può cogliere la ragioni dell'uno e dell'altro e magari convincere qualche "carnivoro" a consumare meno proteine animali per la propria salute e per quella del pianeta e, in ogni caso, consumare carni di cui si conosce la provenienza, il modo in cui gli animali sono stati allevati e trattati, affidandosi ai piccoli produttori attraverso i GAS (Gruppi di Acquisto Solidali) della propria zona.
A tal proposito consiglio lo spettacolo di mio figlio Enrico "Salvare il mondo prima di cena" prodotto dal Teatro Menotti di Milano (penso si trovi anche in streaming) che tratta di questo tema.
Francesco

P.S.: questo un assaggio della pièce teatrale:
Francesco Ballardini
Socio A.N.ITA. dal 1998.
Rispondi