Global Naturist Forum

Informazioni su cosa è il naturismo, discussioni su aspetti e problematiche inerenti la pratica naturista. Articoli, video, recensioni su libri inerenti al naturismo e alla pratica naturista.
emmeicsics
Messaggi: 838
Iscritto il: 17/04/2012, 12:24

Re: Global Naturist Forum

Messaggio da emmeicsics » 17/11/2020, 18:02

giampi ha scritto:
16/11/2020, 20:50
Occorre sperimentare nuovi percorsi come quelli che stiamo, come A.N.ITA., sperimentando in Valsesia con il lavoro dei nostri soci, in primis di Marco Calzone, che sta facendo nascere il primo "distretto del turismo naturista". Brand che presto vorremmo replicare anche in altri territori legati al Naturismo, ma che sanno guardare ai territori i cui il Naturismo va a collocarsi.
L'idea dei distretti del turismo naturista mi porta a segnalare una delle persone intervenute al forum, Shirley Mason, storica frequentatrice della spiaggia Haulover Beach in Florida, e tra coloro che hanno lottato per la sua autorizzazione all'inizio degli anni '90.
Mason fa parte di una associazione che si occupa di promuovere le spiagge naturiste sia presso le autorità locali e dello stato sia presso le attività commerciali. Svolgono svariate attività di promozione e di raccolta fondi e sono anche disponibili a parlare delle loro modalità di azione.
Hanno un sito molto interessante con materiale che bisognerebbe leggere per ricavare idee interessanti su come promuovere il naturismo, con l'ovvio adattamento alla realtà italiana:
B.E.A.C.H.E.S. Foundation Institute
Unico ostacolo la lingua inglese...

Nei messaggi precedenti ho dimenticato di fare i complimenti a British Naturism per l'organizzazione del forum. Le persone che lo hanno gestito, e che immagino siano quelle apicali di quella associazione, mi sono sembrate molto preparate e motivate, assolutamente professionali nella capacità di esprimersi in pubblico. Non so quanti di loro fossero volontari e quanti dei professionisti ma il livello del team è sicuramente molto alto. Credo dipendano anche da questo aspetto gli ottimi risultati ottenuti da BN in termini di soci, partecipazione, visibilità mediatica.

Segnalo infine l'opuscolo di presentazione dell'associazione e del naturismo di BN, molto ben fatto:
2020 Guide to Naturism

ciao
Massimo
Avatar utente
giampi
Messaggi: 467
Iscritto il: 22/02/2012, 23:34

Messaggio da giampi » 18/11/2020, 8:23

effettivamente è molto interessante e ben fatta la guida che ci hai segnalato. Non so se il loro modo di agire ed organizzarsi sia un format replicabile in Italia, ma l'idea di tenere insieme l'idea Naturista, il Naturismo libero e le attività commerciali al servizio del Naturismo, addirittura una fondazione, mi sembra un percorso da studiare a fondo.
E' pure interessante l'esperienza americana che ci hai segnalato.
Io credo si debba partire da questa conferenza, che è riuscita a presentare ciò che INF, forse, vagamente conosce, impegnata com'è in perenni litigi e a difendere interessi di parte. Non so se avremo un cambio di passo, ma sicuramente serve la relazione tra chi si occupa di promuovere il Naturismo, serve conoscere esperienze diverse, serve essere massa critica. La parte commerciale si dovrà adeguare, mettersi al servizio e poi ne trarrà vantaggi.
Giampietro Tentori - Presidente A.N.ITA.
Avatar utente
capitan1cino
Messaggi: 2270
Iscritto il: 12/01/2012, 10:31
Località: Novara
Contatta:

Messaggio da capitan1cino » 18/11/2020, 9:09

Mi associo ai complimenti di Massimo a BN ... consiglio anche di dare uno sguardo a come si propongono ai potenziali soci e alle attività che anche in tempi di Covid riescono a proporre.
Alessandro
Gestione Forum Italia Naturista
Avatar utente
Enrico Amoroso
Messaggi: 125
Iscritto il: 19/01/2020, 3:00
Contatta:

Messaggio da Enrico Amoroso » 18/11/2020, 22:27

capitan1cino ha scritto:
15/11/2020, 19:15
emmeicsics ha scritto:
15/11/2020, 11:01
Enrico Amoroso ha scritto:
14/11/2020, 20:30
Se poi è possibile avere una relazione sintetica o divisa per punti sarebbe un'ottima cosa intanto l'iniziativa, di per se, mi sembra buona.
Provo a riassumere la discussione delle prime 2 sessioni. Spero che gli altri italiani presenti completino o correggano la mia interpretazione o le mie sensazioni.
....
Molto interessante anche lo sviluppo di cooperazioni con le università per tematiche afferenti agli aspetti positivi che la nudità sociale può avere sulla nostra psiche, sulla personalità e sulla relazione con il prossimo. E' intervenuto su questo punto Keon West, ricercatore della facoltà di psicologia di Londra, presentando brevemente uno dei paper che ha recentemente pubblicato http://research.gold.ac.uk/id/eprint/28407/ - nella sua pagina altri lavori interessanti su come la nudità possa favorire lo stare meglio con se stessi e nel rapportarsi con gli altri https://www.gold.ac.uk/psychology/staff/west-keon/ . Penso che questa possa essere una delle vie da percorrere per promuovere il naturismo o quanto meno migliorarne l'accettazione. Noi conosciamo gli effetti positivi nella pratica della nudità sociale perché li sperimentiamo, ma se oltre a poterlo testimoniare personalmente ci fossero anche delle ricerche che avvalorano le nostre testimonianze, possiamo far capire che il naturismo è qualcosa di educativo, da promuovere e valorizzare, che va ben oltre il semplice star nudi su una spiaggia o in un resort naturista. Sarebbe interessante magari cooperare con ricercatori in Italia.
Grazie.
Per quanto riguarda me resto sempre convinto che ottenere luoghi pubblici autorizzati è il principale modo per aumentare il numero delle persone che si avvicinano alla pratica naturista (1) e questo favorirebbe anche le strutture naturiste in cui tutti, prima o poi, andrebbero a trascorrere parte delle proprie vacanze.
(1) Nel corso delle mie esperienze naturiste ho visto diverse persone, che si sono trovate per caso vicino a dei nudisti / naturisti me compreso, togliersi i costume ed adeguarsi agli altri chi subito, anche se non l'avevano mai fatto prima, chi dopo un po' e senza luoghi pubblici costoro molto probabilmente non avrebbero mai praticato nudismo. Per cui i titolari di strutture naturiste non dovrebbero vedere le spiagge o altri luoghi autorizzati come una specie di concorrenza ma come un terreno fertile per la nascita di futuri clienti.
Iscritto A.N.AB.
Una pagina che mi piace: https://www.facebook.com/Ripuliamo-spia ... 002200079/
Gli adulti son solo bambini cresciuti male.
La normalità è la forma di pazzia più diffusa sul pianeta.
Avatar utente
cescoballa
Messaggi: 2040
Iscritto il: 14/01/2012, 17:48
Località: Cesano Boscone(MI)
Contatta:

Messaggio da cescoballa » 18/11/2020, 23:30

capitan1cino ha scritto:
18/11/2020, 9:09
Mi associo ai complimenti di Massimo a BN ... consiglio anche di dare uno sguardo a come si propongono ai potenziali soci e alle attività che anche in tempi di Covid riescono a proporre.
Io ricevo regolarmente il programma delle attività e delle iniziative dell'ANP (Association Naturiste Parisienne) e anch'essi si propongono con iniziative molto diversificate e innovative; oltre alla "classica piscina" e attività correlate (sauna, sala gym, yoga, ecc.) organizzano visite a mostre, serate al teatro, gite culturali, cene, ecc. tutte, naturalmente, in nudità.
Francesco
Francesco Ballardini
Socio A.N.ITA. dal 1998.
Avatar utente
Alelid
Messaggi: 408
Iscritto il: 26/02/2016, 20:37

Messaggio da Alelid » 22/11/2020, 10:01

Mille grazie a chi ha seguito e riportato questo interessantissimo evento. Certo che l'idea dell'INF commerciale da una parte spiega molto, dall'altra è semplicemente agghiacciante che il naturismo internazionale sia governato da chi la pensa così
Alessandro e Lidia
emmeicsics
Messaggi: 838
Iscritto il: 17/04/2012, 12:24

Messaggio da emmeicsics » 25/11/2020, 13:08

Segnalo l'articolo pubblicato sul blog Naked Wanderings a proposito dei lavori del Forum:
Naked Wanderings del 25/11/2020 - The Global Naturist Forum and the Future of Social Nudity

(in inglese)

I due blogger Nick e Lins hanno partecipato alle 4 sessioni come relatori o partecipanti, con interventi sempre interessanti.

ciao
Massimo
Rispondi