Fiera "Fa la cosa giusta" 2018

Sezione dove i naturisti o simpatizzanti possono chiedere informazioni su A.N.ITA., indicare idee e proposte e porre quesiti di carattere istituzionale al Consiglio Direttivo.
Avatar utente
capitan1cino
Messaggi: 2106
Iscritto il: 12/01/2012, 10:31
Località: Novara
Contatta:

Re: Fiera "Fa la cosa giusta" 2018

Messaggio da capitan1cino » 29/09/2018, 10:09

Credo che i risultati della partecipazione a una fiera non siano così facilmente misurabili.
Bisognerebbe a mio avviso considerare la possibilità di raggiungere de visu anche persone che non sarebbero disposte a provare un'esperienza naturista. Anche loro sono da informare correttamente della nostra presenza sul chi siamo e cosa facciamo, sfatando tanti falsi miti.
La chiave del successo, secondo me, sta nel diversificare le iniziative in modo da raggiungere un pubblico variegato, compatibilmente con le risorse a disposizione.

P.S. Ho spostato qui gli ultimi interventi per attinenza dell'argomento in discussione...
Alessandro
Gestione Forum Italia Naturista
Avatar utente
giampi
Messaggi: 388
Iscritto il: 22/02/2012, 23:34

Messaggio da giampi » 29/09/2018, 13:04

Concordo che bisogna diversificare, con un occhio ai costi. Per questo, si è scelto di sperimentare altre proposte e sicuramente, appena incontreremo interessi e collaborazioni in giro per l'Italia, andremo a proporre eventi in giro per il Bel paese. Sabato prossimo saremo in un centro benessere a San Vincenzo che ha da settimane registrato il sold out. Ci andiamo perchè dei Naturisti, soci di A.N.ITA. si sono resi disponibili a farsi carico della gestione degli eventi che vorremmo proporre per l'intera stagione invernale.
Se qualche socio di altre regioni vuole proporre eventi o partecipazioni a fiere valuteremo insieme il da farsi.
Se a un evento come balla coi nudi siamo riusciti ad avere una mano da una decina di soci, capite che poi diventa difficile pensare a decine di eventi.
Tornando a "fa la cosa giusta" il no non è una scelta irreversibile. Magari un giorno ci torniamo, magari non più tra gli operatori turistici, ma tra le associazioni di promozione sociale.
Ecco, credo che questo sia il punto su cui dovremo lavorare. Proporre il solito banchetto con i depliant di campeggi e centri benessere lo vedo poco efficace. I soci creativi della comunicazione si facciano avanti con proposte di materiale divulgativo che vada ad arricchire quel poco che oggi abbiamo, che comunque è il bellissimo, essenziale ed efficace volantino lavorato da Chiara
giampi
Giampietro Tentori - Presidente A.N.ITA.
Avatar utente
cescoballa
Messaggi: 1724
Iscritto il: 14/01/2012, 17:48
Località: Cesano Boscone(MI)
Contatta:

Messaggio da cescoballa » 29/09/2018, 16:25

Vedo che siamo tutti del parere che bisogna diversificare le iniziative e gli eventi e questo, naturalmente, non significa, a mio avviso, che non si possa o debba ritornare a fare fiere o manifestazioni come "fa' la cosa giusta" , Festambiente o altre cose simili. Le ragioni le ha ben spiegate Alessandro e cioè che in queste occasioni si ha modo di interagire con persone che forse non si spoglierebbero mai ma che vengono a conoscenza del naturismo; in fondo la partecipazione al estival dell' Humanite a Parigi dell'associazione naturista francese aveva anche questo obbiettivo.
Vorrei ricordare che in eventi come il nudo nell'arte eravamo vestiti e che "balla coi nudi" aveva sollevato alcune forti perplessità anche tra molti di noi.
Le iniziative poi in saune o piscine, cosi come le cene nudiste, sono importanti ma sappiamo tutti che sono rivolte in particolare ai già soci.
Quel che è certo è che dobbiamo "inventarci" vari modi per promuovere il naturismo sempre tenendo presente quali sono le nostre forze e le nostre possibilità economiche; a tal proposito, per quanto riguarda "fa' la cosa giusta" potremmo prendere uno spazio "nudo" in cui mettere il nostro bel gazebo (il costo è di gran lunga inferiore ad uno stand attrezzato) e pensare a come proiettare dei filmati (in mancanza d'altro quello del cinquantenario); il problema del presenziamento, a mio paree, non si pone, negli anni scorsi abbiamo avuto fin troppi volontari (che facevano capannello davanti allo stand impedendo ai visitatori di avvicinarsi).
Concludo ricordando che anche all'assemblea A.N.ITA. svoltasi al Costalunga è stato detto che per quanto riguarda "fa' la cosa giusta" la scelta di non partecipare non era definitiva e poteva essere ripensata, cosa che mi auguro vivamente.
Francesco
Francesco Ballardini
Socio A.N.ITA. dal 1998.
davide65
Messaggi: 9
Iscritto il: 30/08/2015, 8:38

Messaggio da davide65 » 29/09/2018, 19:07

Sono perfettamente d'accordo con Giampi. La serata balla coi nudi è stato un successo che forse non ci aspettavamo. Sarebbe bello poterlo replicare. Macao che dice? È possibile? Credo che iniziative come questo, dove si ha la possibilità di far capire e provare cosa è il naturismo valga di più che spiegarlo a parole.
Avatar utente
giampi
Messaggi: 388
Iscritto il: 22/02/2012, 23:34

Messaggio da giampi » 29/09/2018, 21:44

Hai ragione Davide, vivere un'esperienza non è come raccontarla.
Stiamo già pensando a una secondea edizione di "balla coi nudi", non so se potrà essere al Macao perchè questo centro sociale, anima della cultura alternativa milanese, che ci ha aperto con coraggio le porte, sta per essere sgomberato. Noi abbiamo espresso loro la nostra solidarietà. Speriamo ci sia un altro luogo per loro e per noi perchè anche lo stile di vita Naturista è cultura.
Ribadisco però un concetto che stava nel mio post: gli eventi ci sono e ci saranno perchè ci sono i Naturisti che vi partecipano, ma soprattutto se ne fanno carico. Guardiamo al di là del "nostro giardino" e apriamoci al nuovo ed ai territori. Abbiamo bisogno di esperienze nuove, gente come te che sa cogliere la bellezza dello stare insieme nudi, che sia a Milano, piuttosto che a Palermo oppure a Oristano che differenza fa. Se c'è gente che si prende a cuore una parte dell'organizzazione possiamo essere in 100 posti diversi.
Magari ora il capitano sposterà ancora questa discussione, che era partita dalla festa francese dell'umanità, ma che avevo fatto civolare in una riflessione sulla comunicazione associativa. Questo è un po' il guaio di questo forum, dove si sommano discussioni molto interessanti a post un po' frivoli. Per questo gli eventi che proponiamo, dove c'è la possibilità di incontrarsi, ridere e stare bene insieme, sono l'essenza della nostra scommessa associativa.
Mi piace pensare, per il prossimo anno, ad esempio, alla nostra Festanita come luogo/laboratorio di idee. Mi impegno, insieme al Direttivo, a comunicare con largo anticipo le date. Intanto mandateci le vostre idee, diteci le vostre aspettative, gli interessi. Costruiamo cultura, ma soprattutto buttiamo lo sguardo oltre la siepe perchè gli steccati non chiudono solo i corpi.
Mi piace pensare a un grande contenitore dove dentro ci buttiamo idee, proposte e tanto altro ancora. Magari non sarà nemmeno festanita questo contenitore, oppure sarà una festanita completamente differente o 20 "balla coi nudi" in contemporanea in altrettante regioni d'Italia. Sarebbe un evento mediaticamente rilevante.
Cosa dici Capitano? Apriamo una discussione per provare ad organizzare un grande evento diffuso?
Giampi
Giampietro Tentori - Presidente A.N.ITA.
fambros
Messaggi: 475
Iscritto il: 29/01/2012, 19:15

Messaggio da fambros » 29/09/2018, 22:23

Come amministratore della pagina di Facebook della ciurma del Ticino ho rilevato che dopo balla coi nudi la ciurma è stata contattata da una decina di persone solo per questo primo anno, dopo i molti fa la cosa giusta abbiamo avuto uno/due contatti in tutto
Ciurma del Ticino
nudomark
Messaggi: 1559
Iscritto il: 12/01/2012, 17:48
Località: Como

Messaggio da nudomark » 30/09/2018, 1:07

Balla coi nudi è andato bene (?) perché fatto in un centro sociale, se fatto in una discoteca ci sarebbero stati i soliti noti e basta. Così come alle cene e alle saune.
Eventi diffusi? Faccio notare che da Roma in giù non si muove nessuno e che se a Festanita ci sono 100 persone è un successo. Ripeto 100 persone...
Forse non avete capito che non c'è bisogno di propagandare il naturismo ma DI FAR USCIRE DALLA VERGOGNA DI ESSERLO I NATURISTI!!! Quando questi smetteranno di nascondersi all'estero o di tacere di esserlo all'amico o in famiglia allora le cose cambieranno.
Ora me ne ritorno nel mio silenzio...
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2040
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 30/09/2018, 8:31

 ! Messaggio da: sergino
Stiamo uscendo dal seminato. Discussione interessate, ma per favore limitiamoci all'argomento in questione: partecipazione a "Fa la cosa giusta"
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
davide65
Messaggi: 9
Iscritto il: 30/08/2015, 8:38

Messaggio da davide65 » 30/09/2018, 8:42

Ok. Non me la sento di dire di non partecipare. Se c'è la possibilità di pagare di meno ( un gazebo invece di uno stand mi sembra di aver capito). Ps. Come l'anno scorso sono disponibile la domenica mattina.
Avatar utente
sergino
Messaggi: 2040
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Messaggio da sergino » 30/09/2018, 8:52

I motivi per cui si era deciso di soprassedere alla nostra partecipazione alla fiera, sono ormai chiari, ma qualcuno ho voglia di ricordarlo:
La Fiera ha sostanzialmente cambiato la sua conformazione, dividendosi su due piani, penalizzando in parte il flusso nel settore "Turismo sostenibile";
Nell'ultima edizione abbiamo faticato a trovare un numero di soci sufficiente a garantire il presidio allo stand;
I costi e, come ha spiegato bene ancora una volta il "Presidente", la scelta di portare queste risorse ed energie in altre iniziative.

Non si è mai messa giustamente una pietra sopra alla partecipazione futura sia a questa che ad altre fiere. Per il 2019 abbiamo ancora deciso di sospenderla, comunque si è disposti a continuare a tenere in considerazione i suggerimenti dei soci, del resto l'associazione è composta dai soci ed unCosiglio Direttivo funzionante deve per forza tenere in conto di quanto vogliono i soci, pur con le dovute valutazioni!
Sergio
Direttivo A.N.ITA.
Rispondi