Questo sito fa uso di cookie TECNICI per raccogliere informazioni non personali e gestire l'autenticazione utente. Nelle pagine del forum possono essere presenti link e servizi di terze parti che possono raccogliere informazioni personali e non anche attraverso cookie. Proseguendo la navigazione ACCETTI le regole pubblicate nella Informativa Privacy e Cookies di cui ti invitiamo a prendere visione.

Multe sul Lago di Garda, aggravante bambini

Sezione dedicata agli aspetti legali inerenti la pratica naturista.
Avatar utente
paolobolsena
Messaggi: 84
Iscritto il: 05/01/2018, 11:45
Contatta:

Multe sul Lago di Garda, aggravante bambini

Messaggioda paolobolsena » 19/08/2018, 16:38

L'ho appena letta su Rep.it e ve la giro subito, rimando a dopo ogni commento

http://milano.repubblica.it/cronaca/201 ... 204443185/



Nudisti denunciati per atti osceni e multati sul Lago di Garda
401

Dopo le segnalazioni arrivate da diversi cittadini, i carabinieri hanno organizzato un controllo scoprendo quattro uomini nudi in spiaggia. A causa della presenza di minorenni è scattata l'accusa di atti osceni
19 Agosto 2018

1' di lettura
I carabinieri della stazione di Manerba del Garda (Brescia) e la Polizia Locale dell'Unione Valtenesi, hanno denunciato quattro persone perché si trovavano nude in presenza di minori sulla spiaggia della Rocca di Manerba del Garda (Brescia), mentre altre nove sono state sanzionate dal punto di vista amministrativo perché hanno violato l'ordinanza anti-nudismo emessa dal sindaco per quell'area.


I controlli sulla spiaggia sono stati decisi anche dopo segnalazioni di alcuni cittadini. Quattro persone sono state sorprese nude sull'arenile, dove in quel momento erano presenti dei minori, ed è scattata la denuncia per atti osceni; altre nove sono state sanzionate amministrativamente per aver violato l'ordinanza del sindaco di Manerba che vieta in tutta l'area forme di nudismo

Avatar utente
sergino
Messaggi: 1843
Iscritto il: 04/02/2012, 15:02
Località: Caprino Bergamasco, sono un componente del Consiglio Direttivo di A.N.ITA.
Contatta:

Re: Multe sul Lago di Garda, aggravante bambini

Messaggioda sergino » 19/08/2018, 19:11

Se qualcuno dovesse leggere il consiglio è quello di far ricorso contattando l'associazione che da sempre supporto nel limite del possibile.
L'articolo come sempre non è molto chiaro. In presenza dei minori vi è l'aggravante, ma non diventano atti osceni se questi lo sono stati varamene passa alla giustizia civile e non amministrativo. Questo è quanto mi ricordo e non vorrei dare false informazioni. Se vi è un'ordinanza è assurdo perseverare e se questa esiste difficilmente si riuscirà a vincere un ricorso, sempre che questa sia esposta ed in vista, se l'ordinanza è iscritta solo all'albo pretorio vi sono buone possibilità.
Sergio
Direttivo A.N.ITA.

Avatar utente
cescoballa
Messaggi: 1597
Iscritto il: 14/01/2012, 17:48
Località: Cesano Boscone(MI)
Contatta:

Re: Multe sul Lago di Garda, aggravante bambini

Messaggioda cescoballa » 20/08/2018, 9:41

L'articolo del giornale come al solito non dice nulla di preciso e chiaro; in ogni caso alcune considerazioni possono già essere fatte:
1) che a Manerba del Garda vi sia una delibera che vieta la pratica del naturismo (probabilmente impugnabile ma nessuno l'ha mai fatto) è cosa nota da tempo per cui chi ve lo pratica dovrebbe sapere a cosa va incontro.
2) se si parla di diversità di sanzioni (denuncia per atti osceni e sanzione amministrativa) ci sarà una ragione e non può sicuramente essere la presenza di minori (se sono con mio nipote e siamo ambedue nudi sono sanzionabile per atti osceni perché mio nipote ha 4 anni?).
3) chi è stato sanzionato in base all'articolo 726 (offesa al pudore) può naturalmente contattare l'Associazione per spiegare come si sono svolti i fatti e capire se nonostante la delibera del comune (ancora in essere? esposta in luogo pubblico e sul posto?) ci sono gli elementi per ricorrere contro le sanzioni.
4) chi è stato denunciato per atti osceni può ugualmente contattarci (se ha la coscienza a posto) per capire cosa si può eventualmente fare.
Una cosa è comunque chiara; in Italia è oramai improrogabile che si leggiferi in modo chiaro sulla pratica naturista, non si può da una parte autorizzare spiagge (Sardegna) e dall'altra sanzionare i naturisti (Cervo, Manerba,ecc.) o non sapere che fare come a Capalbio.
Il movimento naturista, organizzato e non, deve prendere coscienza di questo e cominciare ad agire di conseguenza attuando tutte le pratiche possibili per attivare la "politica" e le istituzioni preposte ad agire.
È dal 1986 che si richiede una legge che tuteli i naturisti; molte sono state i P.d.L. presentati, dal primo di Turroni nel 1986 all'ultimo di Lacquaniti nella scorsa legislatura, passando dal P.d.L. migliore presentato da Franco Grillini per ben due legislature intorno al 2010.
Se i nostri rappresentanti nelle istituzioni non sono sensibili ai diritti dei naturisti (per noi la cosa più importante) lo siano almeno per il ritorno economico che il turismo naturista può avere per il nostro paese.
Francesco
Francesco Ballardini
Socio A.N.ITA. dal 1998.


Torna a “Aspetti legali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite