Questo sito fa uso di cookie TECNICI per raccogliere informazioni non personali e gestire l'autenticazione utente. Nelle pagine del forum possono essere presenti link e servizi di terze parti che possono raccogliere informazioni personali e non anche attraverso cookie. Proseguendo la navigazione ACCETTI le regole pubblicate nella Informativa Privacy e Cookies di cui ti invitiamo a prendere visione.

Spiagge notoriamente naturiste deserte

Informazioni su cosa è il naturismo, discussioni su aspetti e problematiche inerenti la pratica naturista. Articoli, video, recensioni su libri inerenti al naturismo e alla pratica naturista.
luzypan
Messaggi: 206
Iscritto il: 29/08/2017, 10:06

Re: Spiagge notoriamente naturiste deserte

Messaggioda luzypan » 28/05/2018, 11:12

Re Artú ha scritto:Nudisti, processo a luglio tra i testimoni due sindaci
http://m.iltirreno.gelocal.it/cecina/cr ... hfticrea-1


Mi permetto un commento qui citando dall'altro thread.

Dallo storico dei messaggi e articoli pubblicati sul caso non risulta nessun "bliz municipale" (forze dell'ordine vs naturisti/nudisti); sicuramente ci sono state delle lamentele per la presenza di nudisti, e queste lamentele di altri bagnanti o residenti (più probabile la prima) hanno "obbligato" (come sempre capita) le forze dell'ordine a intervenire. Cosa abbiano trovato in loco le forze dell'ordine non si sa; ma alla Lecciona quando sono passati i vigili nessun nudista è scappato, solo un paio di coglioni che stavano lì a masturbarsi dietro a un tronco si sono immediatamente dati alla fuga.

Ora, come le Associazioni Naturiste invitano a fare, se ci contestano lo stato di nudità occorre rispondere dicendo che la spiaggia è "notoriamente naturista", tirar fuori dallo zaino il testo della 3557 e obbligare (nostro diritto sacrosanto) coloro che ci vorrebbero cacciare, multare, gabbare, a fare i conti con lo stato di diritto in cui viviamo.

Dell'articolo sopracitato quoto la parte finale in cui si fa cenno appunto alla 3557: anche se "rispolverare" non è un termine appropriato. I Naturisti informati sanno che da 20 anni si può stare nudi dove si sta nudi. E le multe sono state pochissime in questi venti anni. Nonostante questo i "naturisti liberi" (diciamo non quelli che vanno esclusivamente nelle poche spiagge autorizzate) stanno diminuendo.

Le forze dell'ordine sono al corrente che in molte spiagge è consuetutide il nudo integrale e spesso si dibattono tra dovere imposto dall'alto e non chiarezza sull'agire; un po' come quando se ti fermava una volante al casello autostradale e scendevi in minigonna infierivano perché disturbati dal tuo look, oggi nessun poliziotto se la sentirebbe di dar sfogo a questo bullismo di stato, sessismo, omofobia, sessuofobia e, nel nostro caso, nudofobia. Ci sono regole dettate alle stesse forze dell'ordine su un comportamento che loro stessi devono tenere: rispettoso dei diritti umani!

Stare nudi in spiaggia naturista, che sia autorizzata o notoriamente naturista, è un diritto dei liberi cittadini di questo stato. Le multe verranno annullate, lo sappiamo già ora. Mi chiedo piuttosto quale sia la frequentazione nudista attuale nella spiaggia di Bibbona.....

luzypan
Messaggi: 206
Iscritto il: 29/08/2017, 10:06

Re: Spiagge notoriamente naturiste deserte

Messaggioda luzypan » 28/05/2018, 11:36

Dingopino ha scritto:Sai magari rimani anche di stucco ma non siamo tutti uguale. Io sto bene alla lecciona la mia moglie anche solo lei non si rilassa e soprattutto e un fatto psicologico
Se arriva un disturbatore e tu sei su una spiaggia naturista poi anche chiamare un vigile in estremis su una spiaggia come la lecciona e meglio che lasci perdere se sei nudo
Tutto li per lei e non ce nulla di strano secondo me




Dingopino, se arriva un disturbatore (molestatore sessuale) gli dici che se si masturba in spiaggia (Lecciona nella fattispecie) qualcuno degli altri bagnnti, specie quelle tessili, chiamerà le forze dell'ordine per atti osceni in luogo pubblico ed io non voglio essere equiparato al maniaco solo perché sono nuda o nudo.

Se una parte della popolazione maschile è repressa sessualmente e perde la testa alla vista di una donna nuda non è mio compito rieducarla ma allontanarla dalla mia postazione in spiaggia sì.

Un altro caso di disturbo senpre più frequente è la mania del videdoamatore da spiaggia nudista: uno ti dice seccato "ma io riprendo la natura, mica voi nudisti!".

E allora il discorso da farsi è questo: un nudista è un essere umano senziente, un cittadino con diritti sanciti dalle leggi dello stato in cui vive, un nudista non è fauna locale; esiste un discorso sulla privacy che alcuni coglioni cob la videocamera ignorano volutamente per dar sfogo ai loro piiceri morbosi, ossia collezionare video con tette, chiappe e qualche vulva.

Questi ultimi sono più odiosi di coloro che si masturbano in pubblico e in genere molto più difficili da allontanare. Nella loro malattia psichica fatta di repressione sessuale e scopofilia si sentono quasi dalla parte della ragione perché non fanno nulla di dichiaratamente osceno.

Fatel sentire costoro dalla parte del torto, perché hanno torto marcio e non hanno alcun diritto di riprendere un coppia di donne distesa al sole, nuda o costumata che sia.


Torna a “Informazioni, aspetti e problemi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite