Pagina 1 di 2

Strutture naturiste e discriminazioni

Inviato: 11/09/2017, 14:04
da capitan1cino
A proposito di discriminazioni verso i singoli, qualcuno mi spiega la differenza di prezzo per accedere al campeggio naturista Costalunga a Sassello (SV) da solo o in coppia?
Non sto parlando del pernottamento, ma del semplice giornaliero. Da solo faccio più pipi' o popò? Faccio più docce? Occupo di più la piscina o il prato? Non lo capisco proprio... amenità applicata in un campeggio NATURISTA, in uno normale non mi è MAI capitato in più di 25 anni.

Re: Strutture naturiste e discriminazioni

Inviato: 12/09/2017, 1:51
da nudomark
Anche qui, sperando di non scatenare l'ennesimo putiferio, non sarebbe male parlarne visto che mai hanno discriminato i singoli tesserati, anzi ne ho mandati io stesso in passato.

Re: Strutture naturiste e discriminazioni

Inviato: 12/09/2017, 2:59
da itaindo
nudomark ha scritto:Anche qui, sperando di non scatenare l'ennesimo putiferio, non sarebbe male parlarne visto che mai hanno discriminato i singoli tesserati, anzi ne ho mandati io stesso in passato.

Resta il fatto che una persona tesserata sola paga, per l'ingresso giornaliero, piu' dell'ingresso di due persone che si presentano come coppia diviso due. Che mi facciano pagare 50 centesimi o 1000 euro in piu' non cambia, pago il fatto di essere una persona che entra da sola, perche'? Qui non si tratta di promozioni per gruppi o famiglie numerose ne' di camera/tenda/bungalow/sgabuzzino doppia uso singola, si parla di ingressi giornalieri.

Re: Strutture naturiste e discriminazioni

Inviato: 12/09/2017, 9:01
da fambros
anche in tutte le discoteche, i maschi soli pagano di piu' (e qui si sta parlando di questi, non di femmine, mai sentito di discriminazioni verso donne)
forse per invogliare l'ingresso delle donne che sono restie al naturismo?
forse per non pesare troppo su una coppia che alla fin fine paga di piu? oltre tutto se hanno anche figli anche questi pagano ....

Re: Strutture naturiste e discriminazioni

Inviato: 12/09/2017, 9:31
da capitan1cino
Boh io chiamo le cose con il loro nome. Se pago il 50% in più per ol solo fatto di essere solo, non trovo altri nomi che si confanno. Non è una discoteca, ma in campeggio. Non dovrebbe esserci tutta questa 'necessità' di avere donne in struttura (e parlo da maschietto), vistp che lo scopo dovrebbe essere quello di rilassarsi e passare una giornata in amicizia e convivialità (possibilissimo indipendentemente dalla distribuzione dei sessi dei presenti).

Agevolazione economica? Neppure questa (a mio avviso) regge. Una persona sola ha gia' costi doppi per arrivare fin lassù. Evidentemente interessa poco il tipo di clientela. Infatti pur abitando non troppo lontano, li accontento.

Re: Strutture naturiste e discriminazioni

Inviato: 15/09/2017, 7:58
da fabio32
E' la solita discriminazione verso i maschi single (del resto anche su molte spiagge un maschio single viene guardato male).

Bersaglio completamente sbagliato: essere maschio e single (come me), sia su spiaggia naturista sia altrove, NON ha niente a che vedere con l'essere, eventualmente, un maniaco sessuale che insidia le bambine e magari le stupra. Le due cose non c'entrano una cippa una con l'altra.

Esempio successo proprio a Chiavari qualche anno fa. Sulla spiaggia ero intervenuto assieme ad altri per allontanare un maniaco/guardone che stava notevolmente infastidendo tre ragazze alla prima esperienza naturista: si metteva davanti a loro e fissava ostentatamente le loro parti intime. Da notare che il tizio non era affatto naturista: infatti non era nemmeno in costume da bagno ma proprio vestito con pantaloni e maglietta.

Qualche tempo dopo lo stesso tizio è stato arrestato per un fatto deprecabile avvenuto però in altro ambito: si masturbava davanti alle bambine che uscivano da una scuola religiosa.

Da notare anche che costui NON è affatto maschio single in quanto regolarmente sposato con figli! Dunque discriminare i maschi single come fossimo tutti maniaci sessuali non ha proprio senso. Ed è uno dei motivi che allontana la gente dal naturismo,

Re: Strutture naturiste e discriminazioni

Inviato: 15/09/2017, 9:23
da Andrea vi
in effetti molti non sanno che dutroux ha 5 figli però dovrebbero sapere che bossetti ne ha tre

Re: Strutture naturiste e discriminazioni

Inviato: 15/09/2017, 9:40
da itaindo
fambros ha scritto:anche in tutte le discoteche, i maschi soli pagano di piu' (e qui si sta parlando di questi, non di femmine, mai sentito di discriminazioni verso donne)
forse per invogliare l'ingresso delle donne che sono restie al naturismo?
forse per non pesare troppo su una coppia che alla fin fine paga di piu? oltre tutto se hanno anche figli anche questi pagano ....

Non stiamo parlando di una discoteca ma di un campeggio che richiede il possesso di una tessera INF/FENAIT, a me sembra una cosa un po' differente.

Re: Strutture naturiste e discriminazioni

Inviato: 15/09/2017, 10:02
da itaindo
Pare che in ambito naturista questa cosa della differenziazione tariffaria fra coppia e single sia considerata un buon deterrente per i malintenzionati, persino il presidente di un'associazione naturista ha dichiarato, anche se riguardo ad una struttura diversa: "...L'ingiustizia è palese ma purtroppo l'esperienza insegna e ti assicuro che funziona. D'altronde è sempre così: poche mele marce rendono la vita difficile a tutti gli altri.
Se l'obiettivo è preservare un ambiente immacolato non sarei troppo critico su una politica tariffaria del genere...". Restassero almeno "immacolati" quegli ambienti ...

Re: Strutture naturiste e discriminazioni

Inviato: 15/09/2017, 10:35
da Andrea vi
"D'altronde è sempre così: poche mele marce rendono la vita difficile a tutti gli altri."
dovrebbe aggiornarsi o pensa che i paranoici che vedono perversi malintenzionati ovunque e mandano in paranoia anche chi paranoico non è non disturbino?crede che sia bello per una famiglia che vuole godersi una vacanza naturista in santa pace continuare a sentirsi suggerire di costumare i bambini perchè sono circondati da perversi?(o prendersi dell'incosciente se non lo fanno)