Questo sito fa uso di cookie TECNICI per raccogliere informazioni non personali e gestire l'autenticazione utente. Nelle pagine del forum possono essere presenti link e servizi di terze parti che possono raccogliere informazioni personali e non anche attraverso cookie. Proseguendo la navigazione ACCETTI le regole pubblicate nella Informativa Privacy e Cookies di cui ti invitiamo a prendere visione.

Film con scene di nudo naturale

Informazioni su cosa è il naturismo, discussioni su aspetti e problematiche inerenti la pratica naturista. Articoli, video, recensioni su libri inerenti al naturismo e alla pratica naturista.
Avatar utente
francaiamele
Messaggi: 218
Iscritto il: 23/01/2012, 22:13

Re: Film con scene di nudo naturale

Messaggioda francaiamele » 06/01/2019, 18:11

L'altro giorno io e Francesco abbiamo visto il film 'Capri Revolution".
A me complessivamente è piaciuto, l'ho trovato un po' lento, molto bella la fotografia e la storia di questa ragazza, Lucia che combatte gli stereotipi e si libera da una serie di costrizioni imposte dalla società e della famiglia riferito al periodo storico in cui è ambientato il film.
Mi ha riportato indietro nel tempo, al ricordo del mio vissuto degli anni '70 in una famiglia del sud e la voglia di libertà che avevo e che ho conquistato a fatica, facendo battaglie in famiglia e nella società.
La situazione della comune non mi ha molto coinvolta, la fotografia meravigliosa, anche perché Capri e il Cilento, dove sono state girate le scene sono luoghi bellissimi.
Sicuramente il nudo non è presentato in modo pruriginoso ma in modo naturale, l'uniche scene di 'violenza e di sesso" vengono rappresentate in modo "negativo" e portano all'allontanamento dalla comune di chi le.ha promosse.
Lo consiglio a chi non lo ha visto.
Franca
Franca Iamele
Vice Presidente A.N.ITA.

Avatar utente
marchino
Messaggi: 56
Iscritto il: 12/04/2016, 21:28

Re: Film con scene di nudo naturale

Messaggioda marchino » 06/01/2019, 22:53

Come non menzionare il film "Laguna blu" (The Blue Lagoon) del 1980, diretto dal regista Randal Kleiser e tratto dal racconto La laguna azzurra dello scrittore Henry De Vere Stacpoole, Con Brooke Shields e Christopher Atkins.
Allegati
Laguna Blu.jpg
Laguna Blu.jpg (66.67 KiB) Visto 119 volte
Ultima modifica di marchino il 06/01/2019, 22:59, modificato 1 volta in totale.

Visan
Messaggi: 31
Iscritto il: 29/12/2016, 10:23

Re: Film con scene di nudo naturale

Messaggioda Visan » 06/01/2019, 22:57

marchino ha scritto:Come non menzionare il film "Laguna blu" (The Blue Lagoon) del 1980, diretto dal regista Randal Kleiser e tratto dal racconto La laguna azzurra dello scrittore Henry De Vere Stacpoole.


In effetti qui è proprio la libertà assoluta con l'assenza del pudore (beati loro). Nn ricordo se il nudo è anche frontale o solo allusioni.
Si potrebbe vivere come loro?

Avatar utente
magnum54
Messaggi: 154
Iscritto il: 28/07/2018, 15:55

Re: Film con scene di nudo naturale

Messaggioda magnum54 » 07/01/2019, 21:01

marchino ha scritto:Come non menzionare il film "Laguna blu" (The Blue Lagoon) del 1980, diretto dal regista Randal Kleiser e tratto dal racconto La laguna azzurra dello scrittore Henry De Vere Stacpoole, Con Brooke Shields e Christopher Atkins.


Lo ricordo anch’io con piacere (e con invidia ;) )
dario, per gli amici magnum.

raggiogiallo
Messaggi: 39
Iscritto il: 07/02/2018, 15:45

Re: Film con scene di nudo naturale

Messaggioda raggiogiallo » 11/01/2019, 16:38

sergino ha scritto:Ieri siamo andai a vederlo.
Ne sono rimasto affascinato per la fotografia, per l'incedere lento della storia, ma anche per la storia stessa... molto semplice, forse anche banale, ma sempre incentrata su una prospettiva di libertà e a quanto questi esperimenti abbiamo iniziato a costruire un cambiamento culturale che è giunto finalmente a radicarsi nella nostra società.

Mi trovo molto d'accordo con te, Sergino, come di solito accade :) .
La fotografia è stupenda, e per chi la ama particolarmente il film è una delizia. Forse chi preferisce uno stile più veloce e movimentato potrà trovarlo un po' lento.

Ma il pregio principale del film, che consiglio a chiunque di andare a vedere, è quello di mettere in scena, attraverso la storia individuale di Lucia, anche la dialettica tra le forme di pensiero del novecento: il materialismo, di matrice marxista, e una visione che vuole recuperare anche ciò che va oltre la materia, uno spiritualismo che attenzione non è ascetismo ma consapevolezza che la descrizione scientifica e materialistica non può esaurire l'interpretazione della realtà.
Ciò che viene forse penalizzato è lo spirito di amore e rispetto per la natura che anche la civiltà contadina, seppur spesso povera e priva di mezzi, ha espresso (le figure appartenenti a questo mondo sono tutte protese verso l'accumulo di ricchezza o il sogno del progresso attraverso l'industrializzazione; unica eccezione in questo mondo è appunto Lucia).

Ed è per questo che non condanno il regista per non aver preso una posizione netta contro la guerra: la sua scelta registica è quella di rappresentare le diverse vie di interpretare la realtà nel novecento. Il materialismo storico che trova nella guerra una via per il sovvertimento delle ingiustizie sociali, e dall'altra parte la via spirituale del miglioramento individuale che vuole estendersi a un nuovo modello di società senza guerre e violenze (la comune). Ricordiamo che il film è il terzo di una trilogia dopo "Noi credevamo" e "Il giovane favoloso".

Va detto che la protagonista, figura sempre positiva, si allontana anche dalla scelta materialista (che conduce alla guerra) dicendo al giovane medico che la incarna: "Tu vuoi giustizia e pace per gli esseri umani, ma che umani siamo se non proviamo compassione?" Quale più duro monito nei confronti di chi crede che la guerra, la morte della pietà e della compassione, possa essere veicolo dell'istituzione di un bene superiore?

francaiamele ha scritto:Sicuramente il nudo non è presentato in modo pruriginoso ma in modo naturale, l'uniche scene di 'violenza e di sesso" vengono rappresentate in modo "negativo" e portano all'allontanamento dalla comune di chi le.ha promosse.
Lo consiglio a chi non lo ha visto.
Franca

Anche su questo mi trovo molto d'accordo. La sceneggiatura e la trattazione della tematica "proto-naturista" è molto attenta e rispettosa, e sembra quasi conoscerla profondamente, per le problematiche che tratteggia.
enJoy Naturism!


Torna a “Informazioni, aspetti e problemi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Marcolino e 2 ospiti